Strada per un sogno ONLUS: il Forum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Strada per un sogno ONLUS: il Forum

...un angolo prezioso per incontrarci, per informarci, per parlare di Noi e dell'Avventura di diventare genitori con la fecondazione assistita...
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
*****************
Sostieni Strada per un sogno ONLUS sottoscrivendo la tessera associativa!! Trovi info su www.stradaperunsognonlus.it...
barcelonaivf.com https://www.institutmarques.it IMER www.centrofertilitaprocrea.it http://www.ginefiv.com/it?utm_source=ginefiv&utm_medium=redirect&utm_term=it&utm_content=idioma&utm_campaign=auto&fl=1
Prenota ora la tua copia e sostieni Strada per un sogno ONLUS
Ogni favola è un sogno

Naturalmente infertile

Il 26 maggio 2014 è uscito un libro che parla del nostro mondo..e del grande sogno di avere un figlio.Puoi prenotare la tua copia, con uno sconto promozionale e sostenere Strada per un sogno ONLUS.

Siti amici
www.ovodonazioni.it
eterologa.blogspot.it www.aied.it famigliearcobaleno Cittadinanza attiva ledifettose.it

http://www.gliipocriti.it/

http://www.cerchiespazi.eu/


Il blog di Nicoletta Sipos

 

 100 mesi...

Andare in basso 
AutoreMessaggio
StellaMaris81
Un sogno stellare
Un sogno stellare
StellaMaris81

Messaggi : 2591
Data d'iscrizione : 10.04.11
Età : 39
Località : Reggio nell'Emilia

100 mesi... Empty
011013
Messaggio100 mesi...

Condivido anche io, seppur con ritardo, la mia storia.
Ho sentito il desiderio di diventare madre molto presto e nel peggiore dei modi. All'età di 17 anni scopro di avere avuto una biochimica causata, probabilmente, da un parziale fallimento della pillola anticoncezionale. Mi ci sono voluti anni per digerire il senso di colpa, anche se di colpa alla fine non ne avevo poi tanta.
A 19 anni conosco mio marito, per due anni non ci consideriamo perchè lui era sposato e io fidanzata, poi un giorno, entrambi infelici e coinvolti nella decisione di troncare i rapporti con i nostri partner abbiamo iniziato un'amicizia che si è poi trasformata presto in amore, un amore difficile da far mandare giu agli altri perchè io avevo 21 anni e lui e lui 35.
Anche lui custodiva un doloroso segreto: non essere riuscito a convincere l'ex moglie a non abortire. Questa cosa l'ha ucciso dentro per anni e l'ha poi portato ad un'inevitabile separazione. Lei solo dopo il matrimonio gli chiarì che non voleva avere figli.
Dopo soltanto 6 mesi di relazione abbiamo iniziato a convivere e dopo neanche un anno già progettavamo di avere un figlio, cosi ci siamo messi subito in caccia. I mesi passano e non accade niente. Per tre anni supplico i dottori di farmi fare delle analisi, perchè non può essere normale che una donna inizia a cercare figli a 22 anni e non ci riesce, ma nessuno mi ascolta. Finchè un giorno convinco il ginecologo a prescrivermi qualunque cosa mi aiutasse a capire perchè in tre anni non ero rimasta incinta. Faccio un dosaggio ormonale e tutto va bene, cosi passiamo allo step successivo: spermiogramma.
Il primo che ci viene consegnato lascia allibito anche il medico "zero assoluto" cosi ci dice che non è possibile va rifatto è troppo strano. Restiamo tranquilli e partiamo per il messico in vacanza, convinti che tutto sarebbe andato bene.
Al ritorno andiamo quindi in un centro privato cosi che lui potesse faticare meno a fare il "prelievo" e ci facciamo spedire il referto, che arriva dopo pochi giorni insieme alla più grande mazzata: AZOOSPERMIA.
In attesa di trovare un buon andrologo che ci chiarisca le cause mi informo su internet e non perdo la speranza, ma ogni visita, ogni specialista che prende in mano le nostre carte sembra essere meno rassicurante.
Iniziano a mandarci a destra e sinistra, a farci fare analisi su analisi, per ritrovarci sempre allo stesso punto di prima. Contattiamo un neurochirurgo per un eventuale adenoma, con tanto di risonanza con liquido di contrasto, per sentirci dire che l'adenoma c'è ma è come fosse inesistente. Contattiamo un endocrinologo che ci fa perdere quasi due anni per poi concludere dicendo "la buona notizia è che non avrete mai figli indesiderati". Inutile commentare cotanta genialità. In tutto questo mai un andrologo nè nessun altro medico ci propone la più banale delle soluzioni, tipo una TESE, nonostante insistessimo almeno a fare questo.
Ormai stremati da quasi 4 anni di indagini inutili che non ci hanno portato e una sentenza per lui di nullità per la sacra rota del primo matrimonio arriviamo a sposarci, sempre convinti di non volerci arrendere al destino avverso ed all'ottusità dei medici incontrati fino a quel momento, ci informiamo per l'iter dell'adozione, anche se già da tempo nel nostro cuore si faceva strada l'idea dell'embrioadozione come eventuale ultima spiaggia.
Iniziamo l'iter ma veniamo costantemente demotivati dagli psicologi, che insistono a dire quanto sia impossibile l'adozione nazionale, cosi quando il medico legale perde la nostra pratica che rimane dispersa per tre mesi ci arrendiamo all'evidenza che non è l'adozione la nostra strada.
Nel frattempo che facevamo gli incontri per l'adozione incontriamo il dottor Benaglia all'Humanitas di Rozzano, che con una grande umanità mai trovata fino a quel momento da parte di nessun altro medico non ci fa perdere tempo e ci mette in lista per la TESE. Il risultato è disastroso e sempre con l'altruismo che lo contraddistingue quando controlla i punti post intervento a mio marito ci chiede che intenzioni abbiamo. Ci ha tenuto un'ora a parlare di eterologa, di Spagna, di cliniche, arrivando alla conclusione che qualunque clinica spagnola avessimo contattato avremmo potuto rivolgerci fiduciosi.
Ingoiamo il boccone amaro dell'esito della tese, anche se già eravamo preparati alla botta, e facciamo passare l'estate (e la relativa perdita della cartella).
Ad agosto, cosi come otto anni prima avevamo deciso di avere un figlio, decidiamo di contattare la clinica già presa in considerazione per l'embrioadozione. A settembre il primo colloquio via skype con la dottoressa (italiana peraltro) poi siamo entrati in un turbine di analisi, verifiche, ecografie, dosaggi ormonali e tante speranze pianificando finalmente dopo tanto tempo qualcosa di concreto. Il 23 dicembre 2011 ho avuto le rosse più attese della mia vita ed ho iniziato scrupolosamente il protocollo.
Il 2 gennaio eravamo su un volo che ci conduceva a Barcellona ed il 5 hanno trasferito due bellissimi embrioncini freschi da donatori destinati per pura fortuna al nostro trasfer.
Il 19 gennaio 2012 dopo tante delusioni e lacrime vedo finalmente il mio primo test positivo e il 12 settembre 2012 il primo vagito di Francesca e Viola ha colmato il grande silenzio lasciato nella nostra vita dalla legge 40.
E' stato un cammino lungo 100 mesi che ci ha insegnato molto e l'abbiamo combattuta fino alla fine. Abbiamo creduto nel nostro sogno fino a trovare la strada giusta e tanti amici che hanno condiviso con noi il nostro importante traguardo....
Torna in alto Andare in basso
Condividi questo articolo su: redditgoogle

100 mesi... :: Commenti

avatar
Re: 100 mesi...
Messaggio il Mar 01 Ott 2013, 18:28  Mony75
Tesoro lo sai che vi voglio bene vero? Siete tutti e quattro stupendi 100 mesi... 769866 100 mesi... 6142
mammachioccia
Re: 100 mesi...
Messaggio il Mar 01 Ott 2013, 18:52  mammachioccia
100 mesi... 769866 
camilla80
Re: 100 mesi...
Messaggio il Mer 02 Ott 2013, 22:47  camilla80
Stella che emozioni rileggere tutto d'un fiato la vostra storia....
Anche con noi il dott Benaglia è stato meraviglioso, dovrebbero esserci più medici così
Eli81
Re: 100 mesi...
Messaggio il Lun 21 Apr 2014, 07:20  Eli81
Ciao! Scusa se riapro un post di un po' di tempo fa ma sono nuova e sto leggendo in giro un po' di storie... Sono stata attratta dal titolo della tua e ora scopro che non è un caso forse. I nostri compagni hanno esattamente lo stesso problema, e sono rimasta colpita auando ho letto che avete trovato Benaglia!! È stato proprio lui che purtroppo ci ha dato la peggiore notizia della nostra vita ieri (TESE inutile), ma hai ragione, nel suo essere senza fronzoli e enadare subito al dunque è davvero eccezionale, e umano. Ha tenuto anche noi li per un po' a parlare di eterologa. Mi ha colpito finalmente qualcuno che ha passato esattamente quello che passiamo noi, anche se certo il vostro calvario prima da una serie di medici che solo definirlo tali è una vergonga non ha eguali. Noi siamo fortunati, siamo andati subito all'Humanitas e subito abbiamo incontrato lui.
Grazie per questa tua bella storia, e sono molto felice ler te per il lieto fine. Io ci sto pensando, e credo che leggerò la tua storia al mio compagno. A presto, Eli
Re: 100 mesi...
Messaggio   Contenuto sponsorizzato
 

100 mesi...

Torna in alto 

Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Strada per un sogno ONLUS: il Forum :: Spazio emozionale :: Sezione blog: storie-
Vai verso: