Strada per un sogno ONLUS: il Forum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Strada per un sogno ONLUS: il Forum

...un angolo prezioso per incontrarci, per informarci, per parlare di Noi e dell'Avventura di diventare genitori con la fecondazione assistita...
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
*****************
Sostieni Strada per un sogno ONLUS sottoscrivendo la tessera associativa!! Trovi info su www.stradaperunsognonlus.it...
barcelonaivf.com https://www.institutmarques.it IMER www.centrofertilitaprocrea.it http://www.ginefiv.com/it?utm_source=ginefiv&utm_medium=redirect&utm_term=it&utm_content=idioma&utm_campaign=auto&fl=1
Prenota ora la tua copia e sostieni Strada per un sogno ONLUS
Ogni favola è un sogno

Naturalmente infertile

Il 26 maggio 2014 è uscito un libro che parla del nostro mondo..e del grande sogno di avere un figlio.Puoi prenotare la tua copia, con uno sconto promozionale e sostenere Strada per un sogno ONLUS.

Siti amici
www.ovodonazioni.it
eterologa.blogspot.it www.aied.it famigliearcobaleno Cittadinanza attiva ledifettose.it

http://www.gliipocriti.it/

http://www.cerchiespazi.eu/


Il blog di Nicoletta Sipos

 

 Lettera a Marco che verrà e a questa triste Italia che abbiamo

Andare in basso 
AutoreMessaggio
aspettandolacicogna
Sognatrice in erba
Sognatrice in erba
aspettandolacicogna

Messaggi : 39
Data d'iscrizione : 15.05.12

Lettera a Marco che verrà e a questa triste Italia che abbiamo Empty
220512
MessaggioLettera a Marco che verrà e a questa triste Italia che abbiamo

cosa mi è successo negli ultimi 6 mesi?

Sono incinta , aspettiamo con ansia e felicità Marco, dopo 3 anni di grande sofferenza.
Cosa c'è di strano? c'è che io sono sterile a causa di una poco nota condizione femminile che si chiama menopausa precoce.
L'ho scoperta abbastanza presto a 35 anni, ma ora, finalmente e dopo tanto dolore, inflittoci anche dalla cara Italia, posso dire di avere combattutto e vinto la sterilità.
Mancano pochi mesi all'arrivo di Marco e come tutti i genitori viviamo questi mesi nella felicità ma anche nell'ansia che vada tutto bene, che il mio bambino nasca sano e che durante il parto non ci siano problemi.
Il MIO bambino nascerà grazie al dono di un altra donna, grazie alla Spagna e alle sue leggi.
Forse vi chiederete se durante questi mesi ho mai avuto qualche dubbio su questo bambino, bè la verita è che "è il mio bambino da sempre", ancora prima che il piccolo embrione si unisse saldamente a me, lui è mio figlio e non ho mai avuto il minimo ripensamento o dubbio, neppure i primi 4 mesi di gravidanza passati tra il letto e il wc!
Resterà poi indimenticabile la gioia che abbiamo provato io e mio marito durante la morfologica , quando lo abbiamo visto bene bene in tutte le sue piccole parti le sue manine i suoi piedini il profilo, e il suo pisellino...!che dire il marito tra un po cadeva dalla sedia!
E poi ... come non inorridire di fronte ai discorsi sulla legge 40? di fronte a questa recrudescenza politica che ci tocca ascoltare e subire passivamente?
Si continua a parlare di temi etici, di eugenetica ma la verita è che l'infertilità e/o la sterilità è una condizione medica, non una questione etica.
I politici continuano a sbandiera le loro personali opinioni senza una mezza preparazione medica sulla questione.
Come si puo dire che la maternità non è un diritto? come si puo dire che una donna o un uomo sterili non hanno una patologia medica che va curata?
Si è vero non si muore di questo ma anche le emorroidi vengono curate perche dolorose,
l'infertilità e/o la sterilità è forse meno dolorosa?
Poi c'è la questione della "scelta" o come piace a molti del "libero arbitrio":
L'individuo dovrebbe (dico dovrebbe) essere libero di decire la propria strada sia in campo medico che in campo familiare e personale.
Noi abbiamo potuto farlo, abbiamo scelto la nostra strada che era appunto la ovodonazione, e non tornerei mai indietro, ma l'abbiamo potuto fare non grazie all'Italia ma grazie alla Spagna grazie all'Europa, un posto dove l'Italia non si merita di stare.
L'abbiamo fatto con molti molti e ripeto molti sacrifici economici e personali, partendo per un viaggio per certi versi sconosciuto, medici stranieri, lingua straniera, paese straniero!
Ora vogliono rimettere le mani sulla legge 40: cosa avranno intenzione di vietare ancora?
Ridurranno la fecondazione degli embrioni da tre a uno?
Ridurranno ulteriormente l'eta delle donne che possono accedere a queste cure(se in italia ha ancora un senso chiamarle cure?)
I politici continuano a parlare in modo unidirezionale di questo argomento, è ovvio che non c'è la benchè minima possibilità di dialogo ormai, e ne parlano in pubblico come se una questione di salute cosi delicata possa essere compresa da tutti!
Io che ci sono passata so per esperienza direttissima quanta poca compresione? cognizione? solidarietà? ci sia tra le persone che non hanno mai dovuto fare un solo esame per avere un figlio e tanto meno tra le persone che non hanno figli o che sono ancora troppo giovani o ormai troppo vecchie per pensarci
Ti guardano come un asino volante
Certo se avessi raccontato che invece della menopausa precoce il mio problema era la depressione oppure la gastrite avrei avuto molta piu solidarietà.
E cosi le coppie come noi stanno zitte, fanno tutto di nascosto, soffrono in silenzio, vivono la loro angoscia nella piu completa estraneita degli altri.
Questo è giusto?è normale? forse si, è difficile portare le scarpe di un altro
La politica deve fare delle leggi adeguate senza pregiudizi etici che qui non centrano niente
si tratta di una malattia, di una condizione medica, e gli strumenti per guarire ci sono!
Per fortuna la scienza va avanti anche senza la politica italiana.

Cosa è adesso l'Italia?Cosa diventerà nei prossimi anni?
Si dice sempre : in europa si puo fare questo o quello in Italia no! e nel futuro io credo sarà molto peggio, perche al momento non ci sono i margini per un dialogo costruttivo ci sono solo altre limitazioni e divieti e imposizioni illogiche.
Spero di cuore che l'Europa ci "butti fuori", perche non meritiamo di essere definito un paese civile
Un paese dove per l'ennesima volta una persona benestante puo permettersi di farsi curare all'estero, e per l'ennesima volta una persona che i soldi non ce li ha non puo!
Alla fine della fiera tutti i discorsi etici che sento, portano solo ed esclusivamente a questo risultato: chi ha scelto e chi puo scegliere va all'estero, PAGA, e si cura!
I politici si nascondono dietro a un dito e dietro la forse piu che ragionevole "ignoranza" dei piu.
Ma tranquilli, l'infertilità e/o la sterilità è in aumento
prima o poi toccherà in modo diretto o indiretto quasi tutti!

Amore mio ti aspettiamo
i tuoi genitori b. e s.
Torna in alto Andare in basso
http://eterologa.blogspot.it/
Condividi questo articolo su: redditgoogle

Lettera a Marco che verrà e a questa triste Italia che abbiamo :: Commenti

aspettandolacicogna
dal blog di aspettando la cicogna
Messaggio il Mar 22 Mag 2012, 11:20  aspettandolacicogna
http://eterologa.blogspot.it/2008/05/cosa-mi-successo-negli-ultimi-6-mesi.html

era il 24 maggio 2008

però ora che ci penso devo assolutamente scrivere un altra lettera...! a Marta
lo farò al piu presto
sunny
aspettandolacicogna
come è iniziato tutto
Messaggio il Mar 22 Mag 2012, 12:26  aspettandolacicogna
ecco cosa scrivevo il 26 maggio 2007:
mi chiamo b. e ho appena compiuto 38 anni. Il mio compagno (e futuro marito) ha 32 anni, da 2 anni e mezzo siamo alla ricerca di un figlio (ma valà...!) la diagnosi annunciata un anno fa era menopausa precoce; ho fatto cmq tutto il percorso classico della PMA: una IUI (quella si fa sempre!), poi credo 3 o 4 stimolazioni ormonali con gonalF e meropur, ma non sono mai arrivata alla fine perche le mie ovaie sono cosi "pigre" che non se la sentivano proprio di dare un cenno di vita! solo a febbraio con l'ultima stimolazione si è visto un unico misero follicolo, nonostante la scarsita siamo andati cmq al pick up ed ovviamente il follicolo era VUOTO!avrei tanto voluto almeno almeno sentirmi dire "lei ha prodotto 4 o 5 ovociti" e invece il nulla, mi è stata negata persino questa piccola soddisfazione! visto l'inutilita di tutte le stimolazione (non si puo cavare sangue dalle rape) ci siamo "gettati" nell'avventura della ovodonazione! e ora siamo in attesa di una chiamata dalla clinica a cui ci siamo rivolti!nel frattempo per nn lasciare nulla di intentato abbiamo deciso di percorrere anche la strada lunga e dolorosa dell ADOZIONE; e quindi il 7 giugno ci sposiamo... e poi manderemo la richiesta di adozione al tribunale dei minori (conviviamo gia da 5 anni) so che lo studio di coppia iniziera tra 6/7 mesi minimo e chissa che nel frattempo ci siamo news per una volta POSITIVE!andrà mica sempre tutto storto no????
quanta verità nelle tue parole, su questo paese retrogrado e ignorante, che non vede ciò che non comprende....
la tua caparbietà ti ha portato in Spagna e ci porterà molte donne italiane, purtroppo... o per fortuna.. fortuna che altrove si può.
chissà che belle le tue creature I love you I love you
Grazie di averci fatto conoscere la tua esperienza e il tuo miracolo.

Non so se io mi sentirei in grado di fare la tua scelta. Ma sicuramente ... se riuscissi ad averne un paio di miei figli .... gli altri ovuli li donerei .... tutte le donne hanno diritto di diventare madri e tutti gli uomini padri!!!!!
Concordo in pieno. Anch'io sono stata in spagna per ovodonazione e mi sono scontrata con i problemi di cui parli. La ginecologa italiana che sale sul pulpito a dare giudizi morali su una scelta di cui non conosce nulla. La difficoltà di affrontare una strada nuova, sperando che cambi musica, che finalmente ci si possa sentire in buone mani. E' bellissimo quello che dici, anch'io (sono di 9 settimane) questo piccolino lo sento mio. L'ho voluto e cercato con tutte le forze, contro tutti i falsi moralismi. E' stato un percorso lungo e doloroso. Quando gli racconterò com'è nato saprà quanto è stato grande l'amore dei suoi genitori. Un bacio e in bocca al lupo. Lettera a Marco che verrà e a questa triste Italia che abbiamo 769866
noi italiani siamo campioni a capire le cose tardi, a fare le cose tardi.
Noi italiani non meritiamo di stare in europa perchè per essere europei dobbiamo dimenticarci di avere in casa il vaticano che ci comanda ancora...
concordo in pieno, purtroppo questo paese è sempre più arretato, e purtroppo ho capito anch'io a mie spese che chi non ci passa proprio non capisce!!!!
Lettera a Marco che verrà e a questa triste Italia che abbiamo 6142 Lettera a Marco che verrà e a questa triste Italia che abbiamo 769866 Lettera a Marco che verrà e a questa triste Italia che abbiamo 6142 Lettera a Marco che verrà e a questa triste Italia che abbiamo 769866
 

Lettera a Marco che verrà e a questa triste Italia che abbiamo

Torna in alto 

Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Strada per un sogno ONLUS: il Forum :: Spazio emozionale :: Sezione blog: storie-
Vai verso: