Strada per un sogno ONLUS: il Forum

...un angolo prezioso per incontrarci, per informarci, per parlare di Noi e dell'Avventura di diventare genitori con la fecondazione assistita...
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  
*****************
Sostieni Strada per un sogno ONLUS sottoscrivendo la tessera associativa!! Trovi info su www.stradaperunsognonlus.it...
https://clinicatambre.it/ https://www.institutmarques.ithttps://www.almares.it GIREXX IMER www.centrofertilitaprocrea.it institutoigin.com fivmarbella.com/it/ # www.ginemed.it http://www.ginefiv.com/it?utm_source=ginefiv&utm_medium=redirect&utm_term=it&utm_content=idioma&utm_campaign=auto&fl=1
ovobankspain.com/it/ www.procreatec.comhttps://www.repromeda.cz/
Prenota ora la tua copia e sostieni Strada per un sogno ONLUS
Naturalmente infertile

Il 26 maggio 2014 è uscito un libro che parla del nostro mondo..e del grande sogno di avere un figlio.Puoi prenotare la tua copia, con uno sconto promozionale e sostenere Strada per un sogno ONLUS.

Siti amici
www.creasrl.eu
www.ovodonazioni.it
eterologa.blogspot.it aendoassociazione Gepo www.aied.it famigliearcobaleno Cittadinanza attiva ledifettose.it

http://www.gliipocriti.it/

http://www.cerchiespazi.eu/


Il blog di Nicoletta Sipos

Condividi | 
 

 La scoperta del problema ed il mio provare ad affrontarlo

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Barbarina
Sognatrice in erba
Sognatrice in erba


Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 23.08.18
Età : 35

MessaggioTitolo: La scoperta del problema ed il mio provare ad affrontarlo   Ven 24 Ago 2018, 00:05

Ciao a tutte/i,
spero di non sbagliare posto, mi sono appena iscritta e come richiesto e credo anche che sia giusto, provo a presentarmi.
Dietro questo pc saremo in tante, anzi lo siamo per certo, ed ognuna di noi ha quasi sempre credo un partner accanto che vive la nostra stessa paura, le nostre emozioni, gioie e dolori.
Oramai ho 35 anni compiuti e da anni, credo da sempre, desidero un bambino... Prima la ricerca di un amore, poi il rendersi conto che ciò che avevi da 6 anni non lo era davvero e poi finalmente è arrivato LUI, quello giusto, quello che mi ha fatto palpitare l'anima e la scelta di anima anziché cuore non è stata inserita a caso. Credo che possa palpitare il cuore per più di una persona nella nostra vita ma l'anima, beh è un altra storia, colui che riesce ad entrarci, ad intravedere più di quello che si vede da fuori, che noi vogliamo far vedere, quello che riesce farti vibrare ogni particella di essa, allora questo credo sia vero amore, quello con il quale infatti ho desiderato avere un bambino. Prima avrei voluto un bambino, con lui VOGLIO un bambino e credo sia molto diverso, è l'unico con cui ho sperato di abbracciare un giorno nostro figlio, è l'unico che vorrei somigliante a lui, e non tanto fisicamente quanto caratterialmente. Sarebbe bello avesse i suoi occhi ma se avesse il suo sguardo sarebbe meglio, se guardasse una donna un giorno come mi sento guardare io oggi, lei sarebbe fortunata e se fosse mai femmina invece... addio, sarebbe la ragazza più dolce e più forte al tempo stesso di chiunque altra.
Ebbene, dopo questo sviolinamento involontario che praticamente ho fatto verso mio marito che neanche sa che sto scrivendo qua, vi spiego la mia storia.
E' breve in realtà, prima il fidanzamento, poi il matrimonio, poi la casa ed il pensiero di un figlio c'era già ma non era il momento, io che ho praticamente perso il lavoro, poi crisi tremenda fino a portarmi ad andare da un terapeuta che ho tenuto per più di tre anni (ed ho pian piano lasciato in accordo con lei durante la prima icsi), poi la morte di mio padre che tanto avrebbe voluto essere nonno ma era troppo malato per aspettare tanto, poi l'inizio di un ulteriore calvario per me, tutto morale, io con la mia continua rabbia verso tutti specie chi mi amava, il mio sentirmi colpevole per tutto, insoddisfatta, le mie fobie che si sono acutizzate e tanto altro, tante troppe cose sulle mie spalle e poi il figlio che prima un mese, poi due, sei mesi ed ora sono due anni e mezzo dal vero inizio che non arriva, da quando abbiamo cominciato a provarci davvero sembra un epidemia, prima l'amica lontana poi quella che ci resta per sbaglio o caso, l'altra che vuole il secondo, l'altra che ne ha uno e fa i gemelli e così via... e tutti che domandano "perché voi no? che aspettate? l'età c'è cara, non hai 20 anni"... No, non ho pià 20 anni ma nemmeno 70 mi rincuoro io da sola, sono due anni che ci proviamo non 10, 15... Eppure non riesco a farmene una ragione, l'affronto meglio, non piango più tutti i mesi quando il ciclo arriva però ogni giorno ci penso e so che mi manca... Non hanno detto che mio marito è sterile ma ha il liquido danneggiato, ma tanto "ne basta uno"... Certo, che ci vuole... ed allora prima visita da una specialista, poi esami, analisi, tante troppe, incontri, cerchi su internet, indaghi fra le conoscenti, chiedi ai dottori, e poi isteroscopia, ecografie etc e poi eccoci, siamo qui insieme per le prime firme e poi rieccomi da sola, un giorno si ed uno no, le punture, la pancia super gonfia, le scale non riesco più quasi a farle, al lavoro non vado più, e così arrivo alla fine fra paure, ansie e mille domande sul perché, come, ma arrivo alla fine... Resto incinta, wow, sono felice, accipicchia con la prima icsi, il suo era buono, a me avevano tolto 16 ovuli, mi hanno fatto il transfer di due blastocisti e sono incinta... Già ci parlo sperando che Dio lassù lo aiuti a vivere, gli dico che lo ameremmo tanto, eppure non basta... non si è impiantato bene, già al secondo test non c'è già più... finisce così... una storia fra le tante forse ancor più tristi eppure io sento il mio dolore, mi chiedo cosa di male ho fatto, abbiamo fatto, mi chiedo se questa piccola grande bimba adottata avrà la gioia di avere un bambino, continuo a pensare ad un mese dal fallito tentativo alla seconda icsi e già sono stanca, già penso all'eterologa, agli eventuali donatori e mi chiedo se mi farebbero prendere anche la donatrice oppure non ce lo permetterebbero e quindi chissà se lui lo accetterebbe, penso poi se sia giusto che rinunci io ad un figlio geneticamente mio se non ho problemi, mi chiedo cosa eventualmente potremmo dire a nostro figlio eventuale quando cresce, se accetterà la cosa, se accetterà noi o casomai solo lui...
Tante, troppe domande, troppe per una che deve, come dicono tutti "sperare ma non illudersi, provarci ma non crederci troppo" e questi ahimè sono discorsi anche di dottori...
Grazie a tutti e un forte abbraccio...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
aga
Prendiamoci il sogno...
Prendiamoci il sogno...


Messaggi : 2437
Data d'iscrizione : 12.11.11
Età : 46
Località : Lazio

MessaggioTitolo: Re: La scoperta del problema ed il mio provare ad affrontarlo   Ven 24 Ago 2018, 08:31

Benvenuta in questa qrande famiglia dove chi meglio di noi riesce a capire Come ti senti.
Come hai notato siamo in tanti ( troppi )ad affrontare questo problema, tutte siamo passate per il tunel del dolore, rabbia, disperazione,  .....per alla fine vedere la realizzazone del sogno. Credimi, la strada è  difficile ma  un figlio vale tutto questo sagrificcio.
Scusa se ti farò  qualche domanda ma vorrei capire perché  parli di un altra ICSI se ti hanno prelevato 16 o vociti? È un bel bottino.
Non sono riusciti a congelare nulla?
 Li hanno fecondati?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
musetto70
Sognatrice suprema
Sognatrice suprema
avatar

Messaggi : 2215
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 48
Località : Milano

MessaggioTitolo: Re: La scoperta del problema ed il mio provare ad affrontarlo   Ven 24 Ago 2018, 09:50

ciao Barbarina e benvenuta qui!

come ti ha detto Aga, siamo tantissimi che navigano su questa stessa barca e molti, per fortuna, sono approdati alla fine del loro viaggio. Questo per dirti che, rimanendo con i piedi per terra e ricordando sempre che c'è una possibilità di non riuscire, se hai la forza di percorrere questa strada, c'è una concreta possibilità di avere il tuo Sogno tra le tue braccia.

Leggo tra le tue righe molto tormento, però vedo anche che sei una persona che si impegna per risolvere i problemi e questo è un punto a tuo favore.
La domanda che ti ha fatto Aga è lecita. Che fine hanno fatto gli altri ovociti?

Da ciò che dici mi sembra che tu sia una persona che reagisce bene alla cura e produci tanto. Inoltre il fatto che tu sia rimasta subito incinta depone a vostro favore, nel senso che il tuo utero è ricettivo. Non vedrei la situazione in modo così negativo. Sicuramente gli embrioni che ti hanno impiantato avevano qualcosa che non andava.

Non correre tanto e pensare subito all'eterologa. Datti qualche possibilità prima con l'omologa. Che esami ha fatto tuo marito per il seme? Solo spermiogramma o anche test di frammentazione e fish test? quale centro vi sta seguendo? Hai un tuo ginecologo di fiducia esperto in PMA?

La vita spesso è molto dura, ma ce la possiamo fare. La tua Anima gemella ora l'hai trovata... insieme ce la farete.

Io sono una di quelle che dopo mille vicissitudini e tormenti ha trovato il compagno a 40 anni.. ci abbiamo messo un po' ma grazie al dono di una donna spagnola or il mio bimbo si rotola tra le lenzuola mentre io ti scrivo.

un abbraccio e ...siamo qui per te...e se vuoi faremo questa strada insieme!

flower

p.s. ho spostato il tuo post nella sezione delle presentazioni!

_________________
TESSERA ONLUS n. 231: Strada per un Sogno fa tanto per noi, facciamolo pure noi per tante altre fatine



Ci sono mille soli al di là delle nuvole


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Barbarina
Sognatrice in erba
Sognatrice in erba


Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 23.08.18
Età : 35

MessaggioTitolo: Re: La scoperta del problema ed il mio provare ad affrontarlo   Ven 24 Ago 2018, 10:17

[quote="aga"
Scusa se ti farò  qualche domanda ma vorrei capire perché  parli di un altra ICSI se ti hanno prelevato 16 o vociti? È un bel bottino.
Non sono riusciti a congelare nulla?
 Li hanno fecondati?[/quote]


Buongiorno Smile , no, in realtà no, alla fine a quanto ho capito buoni buoni erano 10 però non hanno parlato di congelarli ed essendo all'inizio non mi sono preoccupata di fare troppe domande e loro si sono preoccupati altrettando meno di darmi spiegazioni. confused
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Barbarina
Sognatrice in erba
Sognatrice in erba


Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 23.08.18
Età : 35

MessaggioTitolo: Re: La scoperta del problema ed il mio provare ad affrontarlo   Ven 24 Ago 2018, 10:29

musetto70 ha scritto:
ciao Barbarina e benvenuta qui!

Non correre tanto e pensare subito all'eterologa. Datti qualche possibilità prima con l'omologa. Che esami ha fatto tuo marito per il seme? Solo spermiogramma o anche test di frammentazione e fish test? quale centro vi sta seguendo? Hai un tuo ginecologo di fiducia esperto in PMA?

Buongiorno e grazie Smile Si, gli hanno fatto fare lo spermiogramma e la visita andrologica. Noi stiamo andando all'ospedale versilia e spesso vado a pagamento facendomi seguire dalla dott.ssa Valentino. Mi trovo molto bene con lei a livello umano comunque poi il prelievo me lo ha fatto lei mentre al transfer mi è "capitata" la dott.ssa Parri secondo me, per ora, altrettanto brava, che fra l'altro penso sia la primario del reparto.
Grazie mille per l'incoraggiamento! Very Happy grazie


p.s. ho spostato il tuo post nella sezione delle presentazioni!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: La scoperta del problema ed il mio provare ad affrontarlo   

Torna in alto Andare in basso
 
La scoperta del problema ed il mio provare ad affrontarlo
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Il nostro problema sono le fiabe...tipo cenerentola...
» Risolto finalmente il problema nido!!
» E' più grave un problema maschile o femminile?
» dopo la scoperta di un nodulo al seno.....
» Problema con il mio giradischi!

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Strada per un sogno ONLUS: il Forum :: Spazio emozionale :: Ci possiamo presentare? Piacere!-
Vai verso: