Strada per un sogno ONLUS: il Forum

...un angolo prezioso per incontrarci, per informarci, per parlare di Noi e dell'Avventura di diventare genitori con la fecondazione assistita...
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  
*****************
Sostieni Strada per un sogno ONLUS sottoscrivendo la tessera associativa!! Trovi info su www.stradaperunsognonlus.it...
https://clinicatambre.it/ https://www.institutmarques.it https://it.phifertility.com/ https://www.almares.it GIREXX IMER www.centrofertilitaprocrea.it institutoigin.com fivmarbella.com/it/ # www.ginemed.it http://www.ginefiv.com/it?utm_source=ginefiv&utm_medium=redirect&utm_term=it&utm_content=idioma&utm_campaign=auto&fl=1
ovobankspain.com/it/ www.procreatec.comhttps://www.repromeda.cz/
Prenota ora la tua copia e sostieni Strada per un sogno ONLUS
Naturalmente infertile

Il 26 maggio 2014 è uscito un libro che parla del nostro mondo..e del grande sogno di avere un figlio.Puoi prenotare la tua copia, con uno sconto promozionale e sostenere Strada per un sogno ONLUS.

Siti amici
www.creasrl.eu
www.ovodonazioni.it
eterologa.blogspot.it aendoassociazione Gepo www.aied.it famigliearcobaleno Cittadinanza attiva ledifettose.it

http://www.gliipocriti.it/

http://www.cerchiespazi.eu/


Il blog di Nicoletta Sipos

Condividi | 
 

 combattendo contro i mulini a vento

Andare in basso 
AutoreMessaggio
lisette83
Sognatrice in erba
Sognatrice in erba


Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 03.07.18

MessaggioTitolo: combattendo contro i mulini a vento   Gio 12 Lug 2018, 14:40

Ciao a tutte,
sono Daniela,  mi sono iscritta a questo forum poche settimane fa ma solo ora trovo il tempo e lo spirito giusto per presentarmi.
Ho quasi 35 anni e con mio marito, che ne ha 46, siamo sposati da cinque anni e ancora non abbiamo bambini.  Siccome tendo ad essere troppo prolissa quando scrivo cercherò in breve di sintetizzarvi la mia storia di questi lunghi cinque anni.
Dopo un anno di ricerca inizio a preoccuparmi e ci rivolgiamo al mio ginecologo, anziano e all'antica, il quale mi prescrive svariati cicli di clomid sicuro che sia un problema di ovulazione.
Passa un anno e nulla. Cambio ginecologo e capisco di dover parlare con qualcuno che sia esperto in questo campo, dicono che nel mio paese ce ne sia uno che fa al caso mio. Quest'ultimo mi fa fare subito isteroscopia, isterosalpingografia e analisi del seme di mio marito. Non c'è nulla che non vada apparentemente ma la gravidanza non arriva. Decide dunque di iniziare una stimolazione con Gonal F su ciclo spontaneo con monitoraggi. Nemmeno questo serve e il ciclo arriva puntuale. Siamo nel 2016. Il mese dopo la stimolazione resto incinta ma per pochi giorni, beta basse che poi scendono del tutto, il ginecologo la chiama biochimica.
Mi dicono "almeno vuol dire che le tube sono aperte e anche gli spermatozoi funzionano"...dopo un mese, quindi a due dalla stimolazione, nuova biochimica. Delusa e amareggiata anche per il comportamento del ginecologo che quasi mi ignora in quel periodo estivo, decido che a settembre cambierò medico.
Mi rivolgo ad un centro pubblico. Iniziamo una lunga trafila di esami, visite, vaccinazioni e attese prima di iniziare terapie. Il colmo, il giorno che dovevo farmi prescrivere i farmaci per una semplice IUI si rendono conto che ho un nodulo al seno, interrompono tutto e mi rimandano dal senologo. Senza il suo consenso non possono procedere. Paura, ansia e rabbia mi accompagnano mentre ascolto le parole della dottoressa. E' preoccupata guardando i noduli. Bisogna fare altre analisi, eventualmente eliminarli. Trascorro altri sei mesi di inferno ma grazie a Dio si tratta solo di fibroadenomi, tuttavia in questo lasso di tempo mi opero, li tolgono e posso ritornare in pista. E' trascorso un altro anno intanto, fatto di cicli che si susseguono puntuali e che mi ricordano che il tempo passa veloce..
A settembre 2017 torniamo al centro dove mi fanno due IUI in tre mesi. Negative le beta in entrambi i casi.
Siamo così giunte nel 2018. Mio marito, inaspettatamente, parte per lavoro e io sono qui, se prima avevamo poche probabilità di procreare naturalmente ( sempre aggrappandoci alla speranza di una volta su mille che magari, non avendo noi problemi apparenti ma essendo definiti sine causa, poteva essere quella buona)  adesso quasi non ne abbiamo.
Decido, sebbene lui non sia molto d'accordo, di rivolgermi ad un centro privato.
Si avvicina Giugno e dalla prima visita emerge che no, non esiste la sterilità sine causa come ci hanno etichettato, che un motivo ci deve essere.  Forse è quello che volevo sentirmi dire, io che in questi cinque anni non ho mai avuto una risposta, io che non capisco perché fare stimolazioni e terapie se il problema non  si conosce.  Mi ritrovo così con una miriade di esami da fare, in parte nuovi, in parte già fatti come l'isteroscopia...e nello stesso tempo con la struttura pubblica che quasi nello stesso periodo mi ha prescritto analisi ed esami per partire a settembre con la FIVET, alcuni simili a quelli del medico privato, ma senza ripetere isteroscopia.
Indecisa sul da farsi penso di iniziare a farmi fare le prescrizioni dal medico di base, prima di raggiungere mio marito. E qui inizia il tragicomico. Il medico sbaglia in continuazione a segnare gli esami sebbene abbia dinanzi me che cerco di spiegargli, il facsimile che gli ha inviato il centro con le diciture esatte e la voce della biologa del centro all'altro lato del telefono che cerca di dirgli cosa scrivere.
Stanca e demoralizzata chiamo il centro privato e mi dicono che no, senza prescrizioni corrette non posso fare nulla.
Ed eccomi qui a stamattina, dopo ore di telefonate, in quest'impasse. Nel limbo. Mio marito in tutto ciò lascia fare a me, si limita a dire, stanco, che non vuol andare in un centro privato ma vuole continuare a far tutto nel pubblico, che io inizio i discorsi con i medici e poi li lascio a metà per poi ricominciare tutto e perdere mesi. Ma sarà mio diritto sapere perché non possiamo essere come tutte le coppie che hanno figli? Almeno mi metterei l'animo in pace o troverei, per come sono, in modo per combattere ma sul serio. Mi sembra che fino ad ora sia stata ferma all'anticamera di tutto. Come posso pensare di iniziare trattamenti di secondo livello o di altro tipo se non sono nemmeno capace di farmi prescrivere le analisi per il cariotipo e la fibrosi cistica dal mio medico?
Insomma non so a questo punto come muovermi, so solo che mi pare di essere già stanca prima di iniziare e talvolta, mi sento un pò come don Chisciotte che combatte contro i mulini a vento, soffrendo,  mentre il mondo sta a guardare.
Ecco perché ho deciso di unirmi a questo gruppo, quando durante una delle mie ricerche su internet ho sentito parlare di voi ed ho seguito le testimonianze sul libro " Naturalmente infertile" che ho letto quasi tutto d'un fiato alla ricerca di una voce amica che potesse farmi sentire meno sola in questo labirinto di cui non trovo l'uscita.
Perciò, se avete consigli, rassicurazioni, segnali di fumo o qualsiasi altra cosa da offrirmi per tirarmi fuori ve ne sarei immensamente grata.

Scusate la lunghezza....vi avevo avvisate però...

Un abbraccio e in bocca al lupo a tutte voi.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Bettywow80
Sognatrice in erba
Sognatrice in erba


Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 11.01.18
Età : 38
Località : milano

MessaggioTitolo: Re: combattendo contro i mulini a vento   Gio 12 Lug 2018, 17:33

Ciao Daniela
sono Alessandra, e anche io come te, ho scritto il mio primo messaggio qui, proprio ieri, per raccontare la nostra storia.
Immagino cosa provi, e fai bene ad indagare sulle cause, anche perché solo facendo così, potrete capire che strada seguire e fare dei tentativi con le giuste tecniche.
Dove abiti, e da chi sei seguita? Come cavolo è possibile che il tuo dottore non riesca a fare delle ricette esatte!!!
Per quanto riguarda tuo marito, non mollare...purtroppo per gli uomini, molte volte, questo percorso diventa pesantissimo, ma tu non smettere di parlare con lui, di raccontargli i tuoi dubbi, le paure, ma anche le idee, non smettere di infondere coraggio giornalmente a te stessa e a lui.
Siate uniti, ritrovatevi, altrimenti questo percorso diventerà insormontabile per entrambi.
Perdonami se mi sono intromessa, forse troppo.
Ti abbraccio.

Ale
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
musetto70
Sognatrice suprema
Sognatrice suprema
avatar

Messaggi : 2275
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 48
Località : Milano

MessaggioTitolo: Re: combattendo contro i mulini a vento   Ven 20 Lug 2018, 00:19

ciao Lisette,

scusa il ritardo della risposta. Prima di tutto: benvenuta!!

Purtroppo all'inizio di questa strada tutto sembra molto confuso e tutto molto difficile. Stai serena: anche io ho dovuto discutere tantissimo con il mio medico di base per come scrivere le ricette e per farmi riscrivere tutte quelle che mi sbagliava. Spesso mi facevo dire dalla clinica o ospedale, quale fosse il codice dell'esame che dovevo fare, così da non sbagliare di nuovo. Quindi armati di tanta pazienza, ce la puoi fare!!!

Sulla tua storia: concordo con te. Devi capire il più possibile. Una causa c'è e solo che a volte non si è capaci di trovarla. La verità è che non si conosce tutto della biologia.

Non hai mai nominato i tuoi livelli ormonali: qual è la tua riserva ovarica?

Posso dare ragione al tuo compagno da un certo punto di vista: non puoi continuare a girare in tondo, saltando da una parte e dall'altra. Devi trovare un ginecologo di cui fidarti e guidata da lui, intraprendere la strada.

Dall'altro lato: è vero ciò che ha detto Bettywow. La maggior parte dei nostri compagni/mariti devono essere presi per mano e tirati, soprattutto all'inizio di questa strada. Nel 99% delle coppie conosciute è la donna che traina/cerca/ si documenta. Poi sulla lunga distanza gli uomini ci sono! ;-)


chiedi ... siamo qui!

flower

_________________
TESSERA ONLUS n. 231: Strada per un Sogno fa tanto per noi, facciamolo pure noi per tante altre fatine



Ci sono mille soli al di là delle nuvole


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
lisette83
Sognatrice in erba
Sognatrice in erba


Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 03.07.18

MessaggioTitolo: Re: combattendo contro i mulini a vento   Ven 20 Lug 2018, 15:19

Grazie musetto,
finalmente penso di aver messo fine alla trafila delle ricette da far scrivere al medico e ne approfitto per aggiornarvi. Ieri abbiamo fatto le analisi genetiche al nuovo centro privato e già ci hanno dato i risultati dello spermiogramma, effettuato con una metodologia particolare che non so ben spiegarvi, si chiama sperm slow test credo. E' tutto ok. Una buona notizia appena arrivata. Quindi adesso non ci resta che aspettare le altre analisi genetiche e poi decidere se continuare con loro o tornare alla struttura di prima.
Hai ragione devo trovare un ginecologo di cui fidarmi e restare con lui, così giro in tondo. Quello del centro privato mi ha ispirato particolarmente. abbiamo comunque fino a settembre per decidere quale strada intraprendere.
Fatti questi esami, che erano stati prescritti da entrambi i centri, ora dobbiamo solo decidere se fare una nuova isteroscopia, come ha richiesto il ginecologo del centro privato per proseguire il processo diagnostico presso di loro, oppure iniziare con la FIVET a settembre nel centro pubblico dove già eravamo in cura, senza dover ripetere l'isteroscopia. Premesso che nel 2015 l'ho già fatta e non c'erano problemi...
Per quanto riguarda la mia riserva ovarical'anno scorso era buona anche se non ricordo bene il valore e non ho con me le analisi..

Vi terrò aggiornate.

Grazie di tutto, sono contenta di poter condividere queste cose con voi ...


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Bettywow80
Sognatrice in erba
Sognatrice in erba


Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 11.01.18
Età : 38
Località : milano

MessaggioTitolo: Re: combattendo contro i mulini a vento   Ven 20 Lug 2018, 15:34

Ciao Daniela!
buonissima notizia, avanti così!
Aggiornaci sul resto degli esami, e sulle vostre scelte.
Un abbraccio.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
musetto70
Sognatrice suprema
Sognatrice suprema
avatar

Messaggi : 2275
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 48
Località : Milano

MessaggioTitolo: Re: combattendo contro i mulini a vento   Dom 22 Lug 2018, 22:17

lisette83 ha scritto:
.
...ora dobbiamo solo decidere se fare una nuova isteroscopia, come ha richiesto il ginecologo del centro privato per proseguire il processo diagnostico presso di loro, oppure iniziare con la FIVET a settembre nel centro pubblico dove già eravamo in cura, senza dover ripetere l'isteroscopia.  Premesso che nel 2015 l'ho già fatta e non c'erano problemi...

Sai, magari dopo tre/quattro anni un controllo ci sta.
Il ginecologo del centro perché ti ha detto di farla?
Solo perché da loro è prassi, oppure vuole controllare qualcosa?

_________________
TESSERA ONLUS n. 231: Strada per un Sogno fa tanto per noi, facciamolo pure noi per tante altre fatine



Ci sono mille soli al di là delle nuvole


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
artemysia
Sognatrice suprema
Sognatrice suprema
avatar

Messaggi : 998
Data d'iscrizione : 18.07.14

MessaggioTitolo: Re: combattendo contro i mulini a vento   Mar 24 Lug 2018, 14:04

Ciao cara Smile
Ti consiglio vivamente di fare anche gli esami relativi a mutazioni e trombofilia e una isteroscopia fatta per bene ed anche una endometriocoltura. Io avevo un subsetto (visto solo alla TERZA isteroscopia, quella fatta bene) e sospetto di avere infezioni o infiammazioni a livello uterino. Tutto questo dopo 7 anni di ricerca e 4 transfer con fecondazione eterologa. La/e causa/e c'è SEMPRE!! Diffida di chi parla semplicemente di sfiga, stress, il fissarsi e il pensarci troppo....
In bocca al lupo
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: combattendo contro i mulini a vento   

Torna in alto Andare in basso
 
combattendo contro i mulini a vento
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» L'ombra del vento
» Che medicina prendete contro i dolori mestruali?
» rimedi naturali contro la nausea
» Imparare dal vento
» Accoppiamenti contro natura

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Strada per un sogno ONLUS: il Forum :: Spazio emozionale :: Ci possiamo presentare? Piacere!-
Vai verso: