Strada per un sogno ONLUS: il Forum

...un angolo prezioso per incontrarci, per informarci, per parlare di Noi e dell'Avventura di diventare genitori con la fecondazione assistita...
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  
*****************
Sostieni Strada per un sogno ONLUS sottoscrivendo la tessera associativa!! Trovi info su www.stradaperunsognonlus.it...
https://clinicatambre.it/ https://www.institutmarques.ithttps://www.almares.it GIREXX IMER www.centrofertilitaprocrea.it institutoigin.com fivmarbella.com/it/ # www.ginemed.it http://www.ginefiv.com/it?utm_source=ginefiv&utm_medium=redirect&utm_term=it&utm_content=idioma&utm_campaign=auto&fl=1
ovobankspain.com/it/ www.procreatec.comhttps://www.repromeda.cz/
Prenota ora la tua copia e sostieni Strada per un sogno ONLUS
Naturalmente infertile

Il 26 maggio 2014 è uscito un libro che parla del nostro mondo..e del grande sogno di avere un figlio.Puoi prenotare la tua copia, con uno sconto promozionale e sostenere Strada per un sogno ONLUS.

Siti amici
www.creasrl.eu
www.ovodonazioni.it
eterologa.blogspot.it aendoassociazione Gepo www.aied.it famigliearcobaleno Cittadinanza attiva ledifettose.it

http://www.gliipocriti.it/

http://www.cerchiespazi.eu/


Il blog di Nicoletta Sipos

Condividi | 
 

 a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
iomamma
Fiori, colori e sogno
Fiori, colori e sogno
avatar

Messaggi : 4454
Data d'iscrizione : 24.09.10
Età : 37

MessaggioTitolo: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mar 23 Lug 2013, 19:35

Questo è il racconto del mio parto, l'ho scritto per noi, per mantenere il ricordo di questa esperienza meravigliosa e potente. E' un racconto lungo ma non avrò mai tempo di fare un riassunto quindi ve lo posto così com'è. Ancora mi emoziono e commuovo a ripensarci. Oggi sono tre settimane che la mia piccola è nata!

Da qualche giorno la pressione è al limite e la tengo sotto controllo misurandola due volte al giorno e facendo le analisi delle urine. Lunedi 1 luglio alle 20 la pressione supera il limite che mi ha indicato il medico, la minima supera i 90. Ho l'indicazione di recarmi in ospedale. In preda all'agitazione ci prepariamo velocemente, mangiamo qualcosa la volo e si va. Non so ancora che quando rientrerò a casa sarà con la mia bambina.

In ospedale fortunatamente è di turno il mio medico che decide di ricoverarmi. Mi spiega che preferisce intervenire ora che io e la bambina stiamo bene piuttosto che aspettare qualche giorno (sono comunque a 39+4) per rischiare di vedere degenerare la situazione.
Io sono agitatissima e impaurita, non me l'aspettavo e questa notizia improvvisa mi getta nel panico. Mio marito va a casa a prendere la valigia. Fortunatamente in ospedale ci sono mia madre e mia sorella che ha partorito il giorno prima. Piango e piango, immagino che dovrò fare un'induzione, ho paura e mi consolo solo pensando che uscirò di lì con la mia bimba.

La mattina seguente mi sveglio con un gran mal di testa e penso già a come farò ad affrontare tutto anche perchè la notte avevo dormito pochissimo. Facciamo un monitor per verificare il benessere della bambina, va tutto bene e anzi vengono registrate molte contrazioni anche se non dolorose. Quando il dottore mi visita prima di andare via per il cambio turno vede che qualcosa incredibilmente si è smosso, il collo è pervio a un dito e si sente la testolina. Mi dice che almeno partiremo da zero e non da – 1 come la sera prima quando il collo era chiusissimo e la piccola ancora non aveva impegnato la testa. Alle otto facciamo il primo gel. Il dottore mi raccomanda di riposare e non stare mai digiuna. Passo la mattina con contrazioni frequenti ma discontinue e non dolorose.
Il pomeriggio arriva mio marito e ci stendiamo sul letto della mia stanza abbracciati, lì dormo fra le sue braccia svegliandomi di tanto in tanto per una contrazione. E' quello il momento più dolce che ricordo, al risveglio mi sento bene, ho ricaricato le energie, il mal di testa è passato. Sono pronta.

Dopo il secondo gel iniziano le prime contrazioni avvertite come un fastidio, vado in giro per il reparto, mangio e bevo, chiacchiero con mio marito. Mano a mano le contrazioni diventano più dolorose, mi chiudo in camera, cerco di esercitarmi con la respirazioni in vista di dolori ancora più forti. Cammino per il corridoio fermandomi e appoggiandomi al muro o a mio marito quando ne arriva una. Alle 7 arriva la cena. Io mangio un boccone e mi fermo quando arriva la contrazione , mangio un pochino di patate lesse e una fettina di carne. Poco dopo sento che il dolore cresce. Dico a mio marito di portarmi subito in sala travaglio e pensando di dover percorrere tutto il reparto visto che la mia stanza e la sala sono da parti opposte penso che non ce la farò mai ad arrivare perchè le contrazioni sono sempre più frequenti e forti. Mi fermo varie volte lungo il tragitto, mi appoggio al muro, dondolo il bacino.
Arrivate in sala travaglio mi accoglie l'ostetrica e mi attacca il monitor, io sento di poter sopportare le contrazioni solo se seduta sulla punta della poltrona a gambe divaricate. Sento freddo, l'ostetrica mi copre con una coperta. Quando sento arrivare il dolore lo accompagno con un lungo suono di “aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa”, il giorno dopo ho tutta la gola irritata perchè mi sono fatta tutto il travaglio a suon di “aaaaaaaaaaaa”.
Dopo un po' arriva il medico a visitarmi, la dilatazione è solo fra i due e i tre cm, io piango perchè già sono stanca!
Dopo un po' sento del liquido colare tra le gambe...si sono rotte le acque, mi fanno scendere dal lettino per controllare, le acque sono limpide, bene!
Col cambio turno delle ostetriche cambia tutto. Arrivano le due che mi faranno partorire e che si dedicheranno a me in tutto e per tutto nelle seguenti ore.
Sempre seduta in punta di poltrona mi appoggio allo schienale di una sedia messa di fronte  a me con tanti cuscini. Continuo con le vocalizzazioni. L'ostetrica quando vede arrivare la contrazione mi dà le indicazioni sulla respirazione, mi dice “ora respira profondo, manda il respiro in pancia, devi mandare l'ossigeno alla tua bambina, è adesso che ne ha bisogno” e poi espirando riparto con la mia “a” che da sospiro diventa grido ma così facendo riesco a mantenere il controllo sulla contrazione. Tra una e l'altra all'inizio riesco a girarmi verso mio marito e a sorridergli. Dopo, invece, quando ormai i dolori sono così forti da credere di non riuscire a sopportarli, quando sono sfinita, mi addormento tra una contrazione e l'altra e mi risveglio quando la sento arrivare e si ripete il rito della respirazione e del vocalizzo aiutata dall'ostetrica che mi incoraggia. L'ostetrica mi visita, sono a tre centimetri e la parte posteriore del collo non è ancora appianata. Io piango, come ancora solo 3 centimetri? Io non ce la faccio più!
A questo punto mi dicono di mettermi carponi sul letto col busto appoggiato sui cuscini, io non voglio, ci ho già provato prima con l'ostetrica del precedente turno e non lo sopportavo e ancora le contrazioni non erano così forti, come potrei sopportarlo ora? Ma lei insiste, mi dice che è l'unico modo per far appianare il collo e far scendere la bambina. Mandano mio marito a prendermi un gatorade. Tra una contrazione e l'altra faccio un sorso e mi rimette al mondo, ho la gola secca perchè continuo a vocalizzare e poi ho sete. Ogni contrazione l'ostetrica mi massaggia la schiena alleviando per quel che si può il dolore e cambia movimento nel corso della contrazione e tra una e l'altra.
Mi rivisitano dopo poco (o almeno a me sembra passato poco) e incredibilmente sono a 6 cm! Io piango di felicità, ringrazio le ostetriche, gli dico “sono a metà strada?” e loro “No, di più!” e questo mi da la forza di andare avanti. Gli dico “ti prego fammela nascere il due luglio, non il tre” e lei “ma è uguale, tra il due e il tre è questione di minuti” , e io “ti prego fammela nascere il due, fammela nascere prima di mezzanotte perchè non ce la faccio più!”

Ogni tanto vado in bagno a fare pipì ma quando la contrazione arriva mentre sono seduta lì è insopportabile. Ma è durante uno di questi momenti che sento una nuova sensazione, come se dovessi spingere, lo dico alle ostetriche e loro mi riportano sul lettino. Tra il bagno e il lettino ne arriva un'altra e io mi appoggio all'ostetrica che mi sorregge. Mi rimetto carponi, sento che devo spingere, chiedo se posso. Sento le contrazioni arrivare ma accompagnate da questa nuova strana sensazione e il mio vocalizzo cambia, mi esce da solo un nuovo suono e sento le ostetriche che dicono “eccolo” come se quel suono fosse il segnale di qualcosa che stava cambiando.

Continuo il travaglio carponi, continuo a sentire quella sensazione, chiedo se posso spingere e mi dicono di sì. Mi sembra che passino pochi minuti, il tempo di qualche contrazione, sento le ostetriche che controllano dietro e mi dicono “andiamo in sala parto”, io non ci credo, chiedo conferma, oddio non mi sembra vero, sono felice e ho paura. Mi aiutano ad alzarmi, arrivo fino alla porta della sala travaglio e sento scendere qualcosa tra le gambe, dico “sento qualcosa!” , ci fermiamo, io ho seriamente paura di partorire per strada,  non credo di arrivare alla sala parto. Poi mio marito mi racconterà, io non me ne sono accorta, che un'ostetrica si era abbassata a controllarmi tra le gambe. Cammino tra le due ostetriche, arrivo in sala parto e mi stendo sul lettino. Mi dicono di afferrare le maniglie e tirarle per aiutarmi a spingere. In quel momento tutto si calma, mi sembra che la prossima contrazione non arrivi mai, riprendo fiato. Poi eccola, di nuovo quella sensazione, stavolta tiro le maniglie e spingo con tutta la mia forza. Il tempo sembra volare e non ricordo tutto chiaramente. Vedo il mio ginecologo che arriva, sento lui e le ostetriche che mi incitano perchè sto spingendo bene. Sento un bruciore e qualcosa che preme sotto, un'ostetrica mi poggia sulla parte delle pezze calde e è un sollievo incredibile e mi versa da una brocca di ferro del liquido, un unguento credo, per evitare lacerazioni. Ogni volta che mi mette la pezza calda io rinasco, la sensazione di bruciore scompare. Poi dopo altre spinte, non ricordo quante, sento “ecco la testa”, mio marito si sporge a vederla, io chiedo se ha tanti capelli e mi dicono che no, ne ha pochi e chiari e io trovo la forza di stupirmi perchè la mia bambina l'avevo sempre immaginata come una capellona nera. Ancora una spinta, una tirata di maniglie, un urlo e la testa è fuori. Mi dicono di non aspettare la prossima contrazione, di dare subito un'altra spinta uguale. Ed eccoti, ti sento scivolare fuori di me in un attimo. Un secondo prima sei dentro di me, un secondo dopo sei sulla mia pancia. Sento la tua pelle calda e scivolosa, hai un colorito bluastro, mi fai subito la pipì addosso. Sento il tuo corpicino su di me ed è la sensazione più bella che potessi immaginare. Ancora adesso piango se ci penso. Mo marito è accanto a me con gli occhi lucidi, ci baciamo, siamo stravolti dall'emozione. Non riesco a vederti il viso, vorrei tirarti su per vederti bene ma mi dicono di non farlo perchè c'è ancora il cordone attaccato. Poi il papà taglia il cordone. Mi dicono di fare un'altra piccola spinta per far uscire la placenta, io spingo senza forza e esce anche la placenta, non sento niente. L'ostetrica vuole portarti via ma gli dico di lasciarti ancora finché non hanno finito con me. Mi dicono che puliranno l'utero, li sento trafficare li sotto ma non sento niente, tu sei con me. Poi mi mettono i punti, solo tre per una piccola lacerazione. Lì urlo un poco perchè non mi fanno l'anestesia, temo di averti impaurito ma tu stai lì buona sulla mia pancia. L'ostetrica ti viene a prendere, gli chiedo di poterti  vedere bene, ti solleva e ti vedo, e vedo la tua patatina, sei proprio una femmina. Sei nata alle 23,56 del 2 luglio, e lei mi dice “visto che te l'ho fatta nascere il due?”.
Ora non sento più niente, non sono più stanca, mi sento forte, scendo dal lettino e tu sei nuda sotto la lampada, sei tutta rosa, bellissima, l'ostetrica dice che non hai sofferto nel parto e per questo sei già tutta bella. Siamo lì con te mentre ti vestono. Io firmo il documento della tua nascita e siamo pronti a uscire. Chiedo di poterti portare in braccio, ti avvolgono in un asciugamano e finalmente posso stringerti tra le mie braccia. Usciamo, l'ostetrica mi sta accanto. Io non capisco niente, sono felice, guardo il tuo visino e sei stupenda, sei la fotocopia di tuo papà. Sorrido perchè so che girato l'angolo ci sarà la mia famiglia. Li vedo: mamma, papà, mia sorella con la sua piccola nella culla, i miei suoceri e il fratello di mio marito. Tutti si stringono intorno a noi, vedo lacrime e sorrisi. Siamo felici. Sei mia figlia, sono la tua mamma, siamo una famiglia. Siamo stati bravissimi, io, te e il tuo papà.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
FRAVOLA
Sognatrice suprema
Sognatrice suprema
avatar

Messaggi : 1292
Data d'iscrizione : 11.02.13
Età : 40

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mar 23 Lug 2013, 20:15

sto piangendo tesoro....mentre leggevo piangevo e mio marito preoccupato " cosa c'è?"..e io " è nata!"...è un racconto bellissimo....dolcissimo e coraggioso.....chissà quando LEI lo leggerà....     
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Animablu
Sognare è potere
Sognare è potere


Messaggi : 6085
Data d'iscrizione : 20.03.12
Località : Cagliari/provincia

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mar 23 Lug 2013, 20:20

Bellissimo...    

_________________
Perche' tesserarsi? Per essere parte di un Sogno...concretamente. Wink


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~


...ma l'impresa eccezionale,
        dammi retta,
        e' essere normale...

Lucio Dalla

Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven  Like a Star @ heaven  Like a Star @ heaven  Like a Star @ heaven  Like a Star @ heaven  Like a Star @ heaven  Like a Star @ heaven  Like a Star @ heaven  Like a Star @ heaven  Like a Star @ heaven

A heart that's full up like a landfill,
a job that slowly kills you, 
bruises that won't heal...

                                 (No Surprises/Radiohead)
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Pepita
Piccola sognatrice cresce..
Piccola sognatrice cresce..
avatar

Messaggi : 180
Data d'iscrizione : 23.03.13
Età : 50

MessaggioTitolo: Che spettacolo   Mar 23 Lug 2013, 20:51

 

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Unsognonelcassetto
Sognatrice suprema
Sognatrice suprema
avatar

Messaggi : 2046
Data d'iscrizione : 21.09.12
Località : Napoli

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mar 23 Lug 2013, 20:56

Che emozione .... Che bel racconto grazie!!!!
Auguri ancora!!! 
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fatina187
Sogno..
Sogno..
avatar

Messaggi : 4576
Data d'iscrizione : 04.08.12

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mar 23 Lug 2013, 21:25

Anche io sto piangendo!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Amore grande
Sognare e vivere
Sognare e vivere


Messaggi : 2320
Data d'iscrizione : 04.01.13

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mar 23 Lug 2013, 22:18

Un emozione fantastica .....mi devo asciugare le lacrime ...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Bibbi
Admin - Fondatrice
Admin - Fondatrice
avatar

Messaggi : 18857
Data d'iscrizione : 02.03.10
Età : 49
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mar 23 Lug 2013, 23:21

ciao piccola alice...ora sei mamma...sono tanto felice per te....brava tesoro mio.

_________________
Vorrei che voi sapeste sempre che non siete stati degli errori, che vi ho cercati e voluti con tutta me stessa.Nascere è un grande dono, nascere essendo stati voluti e cercati un privilegio.
Ho battuto ogni strada in mio potere per farvi arrivare qui e solo quando ci sarete la mia vita sarà completa, piena di quell’amore eterno, che non può finire mai. L’amore che solo un figlio può provocare.
La vita è girare l’angolo e scoprire che in un giorno nuvoloso un raggio di sole sta illuminando una collina.La vita è sorridere a un raggio di sole.



 
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.stradaperunsogno.com
barbamamma
Sogno di bimba
Sogno di bimba
avatar

Messaggi : 3734
Data d'iscrizione : 28.04.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mar 23 Lug 2013, 23:32

Tesoro mio grazie x aver condiviso con noi questi bellissimi momenti .. Le lacrime scendono mi hai davvero commosso... Anna cara visto che mamma e papà con i fiocchi? Un abbraccio piccolina

_________________
Ex KittyHello ...  

Forse io non credo in te..ma forse tu sei cosi prodigo da credere in me..dammi la possibilità di leggere un segno migliore in questo destino..solo questo ti chiedo..
Non rinunciare, anche se sembra che tutto sia fermo, potresti vincere al prossimo colpo.

Amore mio, credo in te .. ti amo


Ciao amore mio, di ai tuoi fratelli che la mamma li porta nel cuore, baciali e abbracciali per me ...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
luna69
L'angelo e il sogno
L'angelo e il sogno
avatar

Messaggi : 8769
Data d'iscrizione : 05.08.12
Età : 49
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 00:08

non ho mai sentito raccontare il parto in modo tanto dettagliato, non ho provato paura ma tanta emozione, tu sei stata bravissima ehai avuto la tua ricompensa.

mille auguri mamma alice.

    
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Silk
Discrezione di un sogno
Discrezione di un sogno


Messaggi : 3550
Data d'iscrizione : 25.05.10
Età : 42
Località : cittadina del mondo

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 00:11

Grazie Alice, il tuo racconto è davvero dolcissimo e commovente
ho i lacrimoni agli occhi  
siete una famiglia stupenda
 
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Impasse
Papà - Sognare sognare sognare
Papà - Sognare sognare sognare
avatar

Messaggi : 2553
Data d'iscrizione : 10.02.12

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 10:10

Sto piangendo al lavoro e spero che non mi vedano i colleghi....
Grazie per il tuo racconto che è un capolavoro in tutti i sensi.
   

_________________
Noi siamo gli artefici del nostro destino. Noi siamo i creatori dei nostri sogni.

Alice: Per quanto tempo è per sempre?  Bianconiglio: A volte, solo un secondo.



Calcolo settimane
Statistiche
Immagini ed emoticons
Progesterone


Se questo Forum ti ha dato un aiuto prova a cliccare QUI, QUI e QUI
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Cuccia70
Sognatrice suprema
Sognatrice suprema
avatar

Messaggi : 910
Data d'iscrizione : 10.04.13
Età : 48
Località : Torino

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 11:10

Anch'io sto piangendo ...grazie
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Mony75
Guizzo di sogno..
Guizzo di sogno..


Messaggi : 7109
Data d'iscrizione : 30.08.11
Età : 43
Località : Bologna

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 13:53

Sto piangendo...grazie per avere condiviso con noi questo bellissimo racconto   
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Cinia
Che dolce sognare...
Che dolce sognare...


Messaggi : 2531
Data d'iscrizione : 22.04.12
Età : 45

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 14:07

Alice+Anna= Emozione pura!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
jolaluca
Principessa di un sogno..
Principessa di un sogno..
avatar

Messaggi : 8037
Data d'iscrizione : 03.04.10
Età : 35
Località : cremona

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 14:39

piango di gioia
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
psicofata
Dolce sognare
Dolce sognare


Messaggi : 2725
Data d'iscrizione : 25.03.12
Età : 41

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 14:54

Grandissima emozione...grandissima gioia...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
mammachioccia
Inseguire un sogno...senza sosta
Inseguire un sogno...senza sosta
avatar

Messaggi : 5285
Data d'iscrizione : 15.04.11
Età : 38
Località : Milano

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 14:57

Sto piangendo come una scema...grazie Alice per averlo condiviso con noi!
 

_________________


 
"Molti mari e fiumi attraverserò, dentro la tua terra mi ritroverai. Turbini e tempeste io cavalcherò, volerò tra i fulmini per averVI..."      
"Amor che bello darti al mondo"          "Ogni volta che nasce un bambino, mette al mondo una mamma..."
TESSERATA N. 85
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
tania
Le piume morbide di un bianco sogno
Le piume morbide di un bianco sogno


Messaggi : 1667
Data d'iscrizione : 04.10.10
Età : 44
Località : Imola

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 15:58

Un racconto davvero emozionante... lacrime dalla prima all'ultima riga... sembrava di essere li con te I love you 
Adesso goditi questa magica esperienza con la tua meravigliosa famiglia.
  
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
nina 73
L'angelo del sogno
L'angelo del sogno


Messaggi : 1889
Data d'iscrizione : 24.05.11
Età : 45
Località : lodi

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 20:19

Il tuo racconto e' stato talmente dettagliato che mi sembrava di essere li con voi. Sono felice per te la tua piccola e per il papa'.

   
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
camilla80
Freschezza di un sogno
Freschezza di un sogno
avatar

Messaggi : 5155
Data d'iscrizione : 03.01.11
Età : 38
Località : bergamo

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 21:42

Bellissimo mi hai fatto piangere

_________________



Alzati e combatti, questo è il momento.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Aika
Sognare tra le stelle
Sognare tra le stelle
avatar

Messaggi : 2449
Data d'iscrizione : 01.08.12
Età : 39

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Mer 24 Lug 2013, 21:54

   
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Cla
La fata dolce del sogno
La fata dolce del sogno


Messaggi : 2956
Data d'iscrizione : 16.12.11
Località : Bergamo

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Gio 25 Lug 2013, 11:18

Hai fatto piangere anche me....i nostri piccoli sono nati a poche ore di distanza.... 
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
enanna63
Abbraccio di un sogno..
Abbraccio di un sogno..


Messaggi : 2727
Data d'iscrizione : 04.05.10
Età : 55
Località : Milano

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Gio 25 Lug 2013, 11:39

Sembrava fossi lì con te da come l'hai raccontata..... emozionante al massimo....
vorrei piangere ogni giorno di gioia  

_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
luna69
L'angelo e il sogno
L'angelo e il sogno
avatar

Messaggi : 8769
Data d'iscrizione : 05.08.12
Età : 49
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   Gio 25 Lug 2013, 11:49

    
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)   

Torna in alto Andare in basso
 
a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» a tre settimane di distanza vi racconto il mio parto (lunghissimo)
» A distanza di 7 mesi vi racconto il mio parto.......(lungo)
» In ritardo, ma vi racconto il mio parto
» Ciao a tuttiii... vi racconto un pò di me...
» ecografia 31 settimane

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Strada per un sogno ONLUS: il Forum :: Ce l'abbiamo fatta!! :: E' nato!! Vorrei dirlo a tutti!!-
Vai verso: