Strada per un sogno ONLUS...il Forum...

...un angolo del web...per incontrarci, per informarci, per parlare di noi...e dell'avventura di diventare mamme...con la fecondazione assistita...
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  
*****************
Sostieni Strada per un sogno ONLUS sottoscrivendo la tessera associativa!! Trovi info su www.stradaperunsognonlus.it...
institutoigin.com fivmarbella.com/it/ # www.ginemed.it http://www.ginefiv.com/it?utm_source=ginefiv&utm_medium=redirect&utm_term=it&utm_content=idioma&utm_campaign=auto&fl=1
ovobankspain.com/it/ www.procreatec.comwww.institutmarques.it https://www.repromeda.cz/
Prenota ora la tua copia e sostieni Strada per un sogno ONLUS
Naturalmente infertile

Il 26 maggio 2014 è uscito un libro che parla del nostro mondo..e del grande sogno di avere un figlio.Puoi prenotare la tua copia, con uno sconto promozionale e sostenere Strada per un sogno ONLUS.

Siti amici
www.creasrl.eu
www.ovodonazioni.it
eterologa.blogspot.it aendoassociazione Gepo www.aied.it famigliearcobaleno Cittadinanza attiva ledifettose.it

http://www.gliipocriti.it/

http://www.cerchiespazi.eu/


Il blog di Nicoletta Sipos

Condividere | 
 

 La pazienza di aspettare.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Violet
Piccola...con un grande sogno
Piccola...con un grande sogno
avatar

Messaggi : 8346
Data d'iscrizione : 04.03.10
Località : Around the world

240413
MessaggioLa pazienza di aspettare.

Ci ho messo tanto a trovare il coraggio di scrivere la mia storia. Parlo di coraggio perché quando la vita ti mette su certi percorsi hai sempre paura che dietro ogni svolta ci sia un'altra beffa del destino.

Invece ora lo so che quella strada difficile e in salita era la mia strada per il sogno.

La nostra e' una storia d'amore da manuale, seguiamo il percorso da famiglia del mulino bianco. Insieme fin da ragazzini, prima gli studi, poi il lavoro stabile, il fidanzamento, il matrimonio in chiesa con l'abito bianco, il trasferimento in un'altra città per iniziare la nostra nuova vita.
Fino a che qualcosa si inceppa. Quello che tutti si aspettano a questo punto non arriva. Niente pancione. Eppure siamo giovani e sani, cosa c'è che non va?

Ci siamo sempre immaginati genitori tanto che quel figlio non ancora nato lo immaginiamo già : e' una bambina, ha già un nome, e' già tra noi come una presenza fisica. Sappiamo che ci aspetta da qualche parte, dobbiamo solo trovarla.

Presi dal terrore iniziamo la trafila che tutti sanno e troviamo subito una risposta: occlusione tubarica bilaterale. Unica soluzione: la fecondazione in vitro.
Mio marito mi dice :' Faremo tutto quello che serve' e partiamo come treni.
Le statistiche sono dalla nostra parte, tutti sono convinti che andrà bene alla prima che possiamo quasi dimenticare che sia mai successo. Mia madre mi dice :'che emozione, divento nonna', il medico mi rassicura, le mie amiche sono fiduciose.

E invece il primo tentativo lo stoppano perché rispondo male. Il secondo e' un negativo. Il terzo un altro negativo assoluto.
La tranvata arriva ora. Solo in questo momento realizzo che sono sterile, che sarà un cammino lungo,che ci sono dentro fino al collo.

Segue un periodo di depressione, di attacchi di panico,di desiderio di morire. Lascio il lavoro, non esco quasi di casa, mi faccio schifo, mi sento menomata, vedo mio marito soffrire e penso sia tutta colpa mia.
Vado dallo psicologo, cerco di rimettere insieme i pezzi della mia identità completamente stravolta. Non più 'moglie e mamma', chi sono ora?

Sto male,ma la voglia di un figlio non mi abbandona. Ci riproviamo altre due volte. Altri due negativi, senza un perché.
Decido di cambiare centro, con difficoltà logistiche enormi.
Mi fanno nuovi controlli e si riprova di nuovo. Sta volta e'diverso. Mi dico che se non si muove qualcosa ci rinuncio, che sono alla prova del nove. E miracolosamente vedo le mie prime beta positive!!!!
È successo a noi, finalmente!!
La gioia e' indescrivibile. Il mio utero sempre vuoto e' ora fiorito.
Mio marito e' fuori per lavoro, passiamo ore al telefono in attesa che torni dopo una settimana. In aeroporto di notte mi manda un messaggio. ' Sto per partire per raggiungere la mia mogliettina in dolce attesa'.
Ricevo l' sms in ospedale. Una emorragia si è portata via tutto. Erano due gemelli, le mie stelline.
Ci metto due mesi a pulire l"utero. Ma dopo 6 mesi il cuore ancora sanguina. Dico a mio marito che abbiamo preso un abbaglio, che la nostra bambina non esiste. Non c'è, non è da nessuna parte ad aspettarci e che saremo sempre soli.

Mi do l'ultima possibilità quando scopro di essere ipotiroidea. Forse se avessi preso l'eutirox non avrei abortito.
Ci riprovo. Questa volta entro in sala operatoria piangendo, mi risveglio dall'anestesia ancora in lacrime e parlo alla mia compagna di stanza delle mie stelline che mi hanno lasciato.
Eppure dopo qualche giorno sento quello strano crampo di nuovo. Mio marito legge le beta per me. '212, ti basta?'
Non posso crederci. Abbiamo avuto una seconda opportunità!! Il treno e' ripassato e sta volta farò tutto a dovere: riposo, progesterone a fiumi, tiroide sotto controllo.
Arrivo alla prima ecografia e ci sono due battiti!! Due battiti stupendi per noi. Le mie stelline sono tornate. Supero la settimana del precedente aborto e mi rilasso un po' fino a che l'incubo si ripresenta.
Sono seduta sul divano a guardare la tv e capisco. Ecco il sangue di nuovo,ma sta volta a fiumi. Passo tutta la notte su quello stesso divano. Mio marito e' fuori di nuovo ed io penso che voglio salutare i miei figli nel mio bagno stavolta, non in quello dell'ospedale.
Aspetto l'alba e vado finalmente in ospedale, mentre per tamponare il sangue devo usare degli asciugamani perché il flusso e' troppo forte. In ospedale con la ginecologa parliamo subito di esami per la poliabortivita, mi fa l'eco per vedere la situazione e...i due campioni sono ancora li. Hanno resistito ad una emorragia lunga 10 ore!

Mi ricoverano e mi lasciano immobile a letto. Due giorni dopo ho un'altra emorragia peggiore della precedente che in un mezz ora si porta via uno dei gemellini.
La situazione e' così disperata che non riescono a vedere come sta l'altro. L'utero e' pieno di sangue, il distacco e' tre volte più grande della camera gestazionale.
Inizia un tira e molla di speranze e disillusione, gioia e angoscia.
Passo tutta l'estate immobile a letto, sperando che il distacco diminuisca e l'embrione cresca, per sbilanciare quella proporzione che da il mio bambino per spacciato.
La ginecologa mi dice che è come una casa costruita sulle macerie, che ha appena un 20% di chance di farcela.
Dopo tanto tempo sono incinta e non riesco a godermi niente. Mi prospettano l'interruzione volontaria perché il distacco potrebbe portare ad un ritardo di crescita, mi sconsigliano gli screening prenatali perché troppo rischiosi nel mio caso.
Passo due mesi e mezzo a controllare il colore delle perdite, a fare un'ecografia a settimana nella speranza di trovare il distacco rimpicciolito di un millimetro.
Ed ogni volta che vedo il suo corpicino formarsi, i suoi arti sgambettare e il suo cuore battere mi dicono di non farmi illusioni perché la situazione e' tragica.
Io passò le ore a dormire e a svegliarmi di soprassalto per gli incubi. Sogno la pancia sgonfia, sogno fiumi di sangue.

Finalmente alla 16 esima settimana posso iniziare a respirare. Il distacco e" quasi sparito, posso scendere dal letto,godermi un pochino la gravidanza e la morfologica ci conferma che è una bambina. Il nome c'è già,inutile parlarne, la nostra bambina che ci aspettava da anni!!
Iniziamo ad assaporare la gioia. Piano piano iniziamo a crederci: la nostra guerriera ha vinto! Ha sconfitto chi non credeva in lei, ha superato tutte le difficoltà, ha costruito la sua casa sulle macerie senza crollare. Tutto questo per rendere la vita di noi due così completa da sfiorare la perfezione.

L'illusione di vivere una gravidanza normale però dura poco. solo un paio di mesi e sviluppo un inizio di preclampsia.
Ma la mia bambina è così forte che di nuovo non risente di niente. Mentre tutti intorno a lei si affrettano a farla nascere in anticipo per paura che non ce la faccia, che arresti la sua crescita ancora un po,mentre io penso che non sono pronta a lasciarla andare fuori dal mio corpo, lei accoglie la vita con due occhi calmi, spalancati e profondi.

Occhi che la sanno lunga, che hanno già passato mille tempeste per ridare la vita a mamma e papà.

È vero i sogni si avverano. Quella bambina sognata esiste ed ha avuto la pazienza di aspettarci salire quella strada fino a lei.

_________________
L'ostacolo piu' grande e' la paura,l'errore piu' grande e' rinunciare, la forza piu' grande e' la fede,la cosa piu' bella del mondo e' l'amore.

The flower that blooms in adversity is the most rare and beautiful of all.


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente

 Argomenti simili

-
» La pazienza di aspettare.
» 10 pt.... avrei dovuto aspettare
» Prelievo fatto...non ci resta che aspettare
» Dopo la cura di antibiotico, quanto tempo si deve aspettare per ripetere spermiogramma e spermiocultura?
» quanto devo aspettare per riprovare con i congelati?
Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

La pazienza di aspettare. :: Commenti

Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Mer 24 Apr 2013, 23:47  MarinaJad
'lei accoglie la vita con due occhi calmi, spalancati e profondi.

Occhi che la sanno lunga, che hanno già passato mille tempeste per ridare la vita a mamma e papà' che belle parole e quante battaglie la piccola Anna Giulia la salunga piu' di noi. Ricordo quella domanica estiva che ti mando un mess per sapere come va. eri disperata 'uno mi ha lasciato, l'altro lo fara' tra poco'...un'amarezza mi coglie sul divano ma perche', perche' deve andare cosi mi chiedo, mando un mess a stefy anche lei e' disperata...pero' io in quel preciso istante ho avuto la percezione che poteva non finire cosi, la mattina dopo mi hai scritto che le perdite cominciavano a dimnuire. Ricordo un altro sms io a Mallorca in una rara passeggiata da sola, ti chiedo come va e tu mi rispondi meglio sembra sia un maschio, una settimana dopo no e' una femmina, ma il peggio era passato. Cara amica mia questa bambina e' la risposta a tutto, pure a quel viaggio disperato nella notte a roma con tuo fratello x i medicinali, ricordi ti hoo detto c'e' un perche'. Goditi la presenza di anna giulia e baciiala sempre per me, da grande le dirai che l' ho seguita da sempre...
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Mer 24 Apr 2013, 23:59  Animablu
Mi scrivesti i dati delle tue beta per la statistica e ci scambiammo qualche mp,ero molto contenta per te... Lessi del distacco dopo tre giorni mentre pranzavo, a momenti mi strozzo per l'urlo che ho lanciato! Non ci potevo credere... Ricordo tutte in attesa di tue notizie, abbiamo anche fatto una preghiera per te, tutte alla stessa ora. Rileggerlo oggi sapendo che la bimba e' al tuo fianco e' qualcosa di incredibile ma le lacrime sono scese copiose come quel giorno.
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Gio 25 Apr 2013, 07:38  Violet
Non potrò mai dimenticare quanto mi siete state vicine tutte e lei lo saprà un giorno. È stata così amata da tante zie speciali che capirà di essere una bimba veramente fortunata.
Grazie di cuore a tutte voi, grandi donne spero che da grande prenda esempio da voi.
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Gio 25 Apr 2013, 08:41  ballerina84
Dolce Violet,ho la pelled'oca e il cuore felice per il lieto fine che sei riuscita ad avere,la vita ti ha premiata per quello che avete passato regalandovi la bimba che avete sempre sognato.
Anche io ricordo bene tutto,passo per passo,dalle beta al distacco e poi la vittoria della tua gueriera Anna Giulia!!!
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Dom 28 Apr 2013, 15:25  iomamma
Violet quante lacrime nel leggere la tua storia. lacrime di commozione.
Io ho vissuto sul forum tutta la tua storia ma rileggerla qui, tutta insieme, fa venire i brividi.
E alla fine la tua bambina è arrivata, ha lottato con le unghie e con i denti per esserci. Miracolo della vita e dell'amore!
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Lun 29 Apr 2013, 11:14  Cla
La tenacia della vostra piccola dice tutto , leggendo la vostra storia ho cominciato a piangere e non riesco a smettere....io che fatico a sciogliermi e a lasciarmi andare, io che ancora ho paura a mettere per scritto la nostra storia perchè temo che in questi ultimi 2 mesi possa succedere chissà cosa....
Quanto amore.....
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Lun 29 Apr 2013, 23:07  jolaluca
Io nn riesco a smettere di piangere piedino,la vostra piccola ha lottato con voi,si e' aggrappata alla sua mamma e alla vita con una tenacia immensa,come lo e' stata la vostra nel rialzarvi da ogni caduta,sono felicissima x voi!!!grazie della tua storia!!!
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Sab 04 Mag 2013, 00:04  luna69
quanta emozione e dolore nelle tue parole, ma alla fine ce l'hai fatta, non hai mollato e hai portato il tuo aogno a casa. è davvero una forza la tua piccola e sarà sicuramente una grande donna.

Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Sab 04 Mag 2013, 19:41  cielo stellato
ke commozione ho provato leggendo la tua storia.....le lacrime mi rigano il viso.....hai attraversato delle situazioni dolorosissime....ma alla fine ce l'avete fatta!!!!!!!!!!! Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy sono davvero felice ke avete coronato finalmente il vostro meraviglioso sogno!!!!!!!!! Il miracolo d'amore si e' avverato!!!!!!! sonomolto convinta ke e'Dio ke muove tutto...e'Lui ke dobbiamo ringraziare per le meraviglie ke compie nelle nostre vite!!!!!!!!!!ciao e un a te e alla tua piccola
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Sab 04 Mag 2013, 20:14  Violet
Grazie a tutte quante oer i vostri messaggi.
avatar
che meravigliaaa
Messaggio il Ven 28 Feb 2014, 14:34  giusylaga


la tua storia mi ha emozionata tantissimo! Anche io ho l'inizio della mia storia come la tua..percorso di studi perfettamente portato a compimento nei tempi giusti, lavoro immediato, storia d'amore lunga 13 anni..matrimonio..tutto bellissimo e poi..aspetti quella bambina meravigliosa che hai chiamato tante volte..con quel caschetto castano, la frangetta..i capelli liscissimi..la immaginiamo..la vogliamo..nn arriva!
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Ven 28 Feb 2014, 14:47  Violet
Giusy io n ci credevo più ed è arrivata. Mi sembrava veramente impossibile ed ora è la mia splendida realtà. L'importante è' non arrendersi e affidarsi a bravi medici. Cela farete anche voi!
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Ven 28 Feb 2014, 14:55  giusylaga
Lo spero tanto..mi rendo conto che ancora sono passati solo pochi mesi ma è stato un fulmine a ciel sereno e ho visto il mio sogno infrangersi all'improvviso! Spero di poter scrivere anche io la mia storia con risvolti positivi..  
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Ven 28 Feb 2014, 15:03  Violet
Forse i primi mesi sono i più duri, perché è veramente un fulmine a ciel sereno e non accetti la realtà. Per lo ,meno per me e' stato così. Non c'era accettazione , mi rifiutavo e combattevo la realtà di essere sterile con tutte le forze. Capitava alle altre, non poteva essere successo a me!
Ad un certo punto invece quando accetti questo fatto e riparti da li, non ti dico che è meno dura ma se non altro sprechi meno energie .
Come dice Ligabue 'ti sei opposto all'onda ed è li che hai capito che più ti opponi e più ti tira giu. E ti sentì ad una festa per cui non hai l'invito, per cui gli inviti adesso falli tu'
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Ven 28 Feb 2014, 15:08  giusylaga
Si è molto dura ma mi rendo conto che per noi donne lo è molto di più! Io mi trovo nella condizione in cui il problema reale è l'infertilità di mio marito per cui dovrei anche cercare di non farlo pesare a lui..ma è difficilissimo...nn riesco a nascondergli il mio dolore e mi rendo conto che questo mio stato d'animo in lui peggiora la situazione! lui è uno positivo..che combatte..e io invece sono caduta e non riesco ad alzarmi! Lui è paziente, mi sta vicino e io non sono neanche in grado di alleviare il suo peso che probabilmente è più pesante del mio..! Mi sento molto egoista spesso e qundo mi guarda e mi dice..se ti lasciassi soffriresti solo all'inizio ma poi..potresti avere la vita che desideri..MI SENTO DAVVERO INUTILE! E capisco che nn faccio nulla per aiutarlo ma, allo stesso tempo, non so da dove cominciare per tirarmi su..
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Sab 10 Mag 2014, 10:48  marriot81
Che viaggio faticoso il tuo, cara Violet ma il premio a così tanta perseveranza tanto desiderio e tanto amore per quella creatura da sempre sognata è arrivato!!!!!!!

Sei d' esempio per tutte noi che ancora lottiamo al fine di realizzare il nostro sogno più grande!!!
Ti abbraccio forte anche se non ci conosciamo, leggere la tua storia mi ha dato tanta forza e con le lacrime agli occhi mi ha stappato un sorriso perchè ho capito che se si crede veramente in qualcosa, e ci si batte per ottenerla, la si ottiene! Speranza determinazione forza
Grazie grazie grazie !!!! Ciao, Marriot81
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Sab 10 Mag 2014, 13:39  Violet
marriot81 ha scritto:
Che viaggio faticoso il tuo, cara Violet ma il premio a così tanta perseveranza tanto desiderio e tanto amore per quella creatura da sempre sognata è arrivato!!!!!!!

Sei d' esempio per tutte noi che ancora lottiamo al fine di realizzare il nostro sogno più grande!!!
Ti abbraccio forte anche se non ci conosciamo, leggere la tua storia mi ha dato tanta forza e con le lacrime agli occhi mi ha stappato un sorriso perchè ho capito che se si crede veramente in qualcosa, e  ci si batte per ottenerla, la si ottiene! Speranza determinazione forza
Grazie grazie grazie !!!! Ciao, Marriot81

Grazie a te cara, ti auguro ogni bene.
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Lun 12 Mag 2014, 20:21  Fortuna
ricordo il tuo transfer, in quel periodo avevo fatto un tentativo anche io.
E' un percorso difficilissimo ma quando si arriva alla fine vedi solo il bello e dimentichi le cose brutte.
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Mar 13 Mag 2014, 07:34  Violet
Fortuna anche io ricordo i nostri periodi bui passati insieme. Siamo state fortunate, ormai e' tutto solo un ricordo anche se all'epoca ci sembrava impossibile.
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Mar 13 Mag 2014, 19:10  Gaietta77
Che coraggio che hai avuto!quanta sofferenza...sono felice pero' che alla fine siete arrivati a realizzare il vostro sogno!
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Lun 04 Gen 2016, 23:03  Ariel79
Ciao Violet, sono nuova del forum e solo all'inizio di questa strada. Ho visto che questo tuo messaggio è del 2014 ma l'ho appena letto e mi ha fatto commuovere tantissimo perché porta in sé tanto dolore, ma anche e soprattutto tantissima speranza... grazie davvero per aver condiviso la tua storia... è veramente preziosa...
avatar
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio il Mar 05 Gen 2016, 17:01  Violet
spero di portarti tanta fortuna
Re: La pazienza di aspettare.
Messaggio   Contenuto sponsorizzato
 

La pazienza di aspettare.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 

Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Strada per un sogno ONLUS...il Forum... :: Spazio emozionale :: Sezione blog: storie-
Andare verso: