Strada per un sogno ONLUS: il Forum

...un angolo prezioso per incontrarci, per informarci, per parlare di Noi e dell'Avventura di diventare genitori con la fecondazione assistita...
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  
*****************
Sostieni Strada per un sogno ONLUS sottoscrivendo la tessera associativa!! Trovi info su www.stradaperunsognonlus.it...
https://clinicatambre.it/ https://www.institutmarques.it https://it.phifertility.com/ https://www.almares.it GIREXX IMER www.centrofertilitaprocrea.it institutoigin.com fivmarbella.com/it/ # www.ginemed.it http://www.ginefiv.com/it?utm_source=ginefiv&utm_medium=redirect&utm_term=it&utm_content=idioma&utm_campaign=auto&fl=1
ovobankspain.com/it/ www.procreatec.comhttps://www.repromeda.cz/
Prenota ora la tua copia e sostieni Strada per un sogno ONLUS
Naturalmente infertile

Il 26 maggio 2014 è uscito un libro che parla del nostro mondo..e del grande sogno di avere un figlio.Puoi prenotare la tua copia, con uno sconto promozionale e sostenere Strada per un sogno ONLUS.

Siti amici
www.creasrl.eu
www.ovodonazioni.it
eterologa.blogspot.it aendoassociazione Gepo www.aied.it famigliearcobaleno Cittadinanza attiva ledifettose.it

http://www.gliipocriti.it/

http://www.cerchiespazi.eu/


Il blog di Nicoletta Sipos

Condividi | 
 

 aiuto consiglio!

Andare in basso 
AutoreMessaggio
ballerina84
Le stelline del sogno
Le stelline del sogno
ballerina84

Messaggi : 3090
Data d'iscrizione : 29.02.12
Età : 34

MessaggioTitolo: aiuto consiglio!   Mer 06 Feb 2013, 12:04

Buongiorno Dott.ssa,
volevo chiederle un consiglio,abbiam appena saputo della totale azoospermia di mio marito,purtroppo non possiamo fare altro che cambiare il sentiero per raggiungere in nostro sogno.
la nostra famiglia sino ad ora ci ha sostenuto tanto ed ora che abbim fatto la biopsia testicolare aspettano tutti l'esito con ansia.e temeiamo le domande che ci faranno e non sappiamo come affrontare con loro questa triste realtà,ovvero non vorremmo dire a tutti la verità,sentiamo la necessità di tenere per noi tutto,ora che i giochi son fatti.
Sicuramente abbiam sbagliato tutto dall'inizio ma ora come possiamo comportarci,quali possono essere le parole giuste per affrontarli?
la ringraziamo,cordiali saluti

Angelo e Carmen
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Cinia
Che dolce sognare...
Che dolce sognare...


Messaggi : 2531
Data d'iscrizione : 22.04.12
Età : 45

MessaggioTitolo: Re: aiuto consiglio!   Mer 06 Feb 2013, 13:39

Scusami se mi permetto io....
le strade che andrete a percorrere sono nuove per voi, sconosciute, non apritele agli altri al momento! Più avanti saprete valutare con maggiore calma e distacco se avete ancora voglia di rendere partecipi di questa scelta i vostri cari.
Con immenso affetto!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
chiara.celi
Psicologa


Messaggi : 73
Data d'iscrizione : 29.03.10

MessaggioTitolo: Re: aiuto consiglio!   Mar 19 Feb 2013, 11:47

Buongiorno, mi sembra da rispettare il vostro bisogno di prendervi del tempo per digerire questa diagnosi così difficile e che vi costringe a rivedere la vostra strada, rispetto alla quale la decisione spetta solo a voi. Mi permetto però di suggerirle di interrogarvi a fondo sul motivo per il quale preferite, almeno in questo momento, tacere. Se certamente si comprende l'esigenza di metabolizzare la notizia, penso però che nel futuro sarà importante sentire di poter condividere le scelte che state affrontato, almeno con le persone che sono a voi più vicine e che probabilmente, se date loro questa possibilità, possono continuare a capirvi e a sostenervi. Il silenzio prolungato rischia di alimentare vissuti di profonda solitudine e quasi di vergogna, come se aveste qualcosa di così terribile che non può essere comunicato a nessuno. A volte si ha l'idea di dover proteggere con il silenzio le persone che ci stanno vicine, o, accanto a questo, ci sono altri vissuti dolorosi e solo in parte consapevoli, legati al timore di deludere le aspettative degli altri su di noi con la nostra infertilità, sensazioni di inadeguatezza, di essere fallati, talmente sbagliati da non poter far altro che deludere. Tutti questi vissuti aggiungono solo sofferenza alla sofferenza: in un momento di fragilità come questo si ha molto bisogno invece di sentire di poter essere accolti e amati per come si è. Questo aiuta anche un po' noi ad accoglierci ed amarci per come siamo, nonostante i nostri limiti ed anche a poter accogliere più serenamente le scelte e magari i figli che arriveranno attraverso queste scelte.
Dott.ssa Celi
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: aiuto consiglio!   Mar 19 Feb 2013, 12:11

chiara.celi ha scritto:
in un momento di fragilità come questo si ha molto bisogno invece di sentire di poter essere accolti e amati per come si è. Questo aiuta anche un po' noi ad accoglierci ed amarci per come siamo, nonostante i nostri limiti ed anche a poter accogliere più serenamente le scelte e magari i figli che arriveranno attraverso queste scelte.Dott.ssa Celi

Che belle parole
Grazie anche da parte mia..

rori
Torna in alto Andare in basso
ballerina84
Le stelline del sogno
Le stelline del sogno
ballerina84

Messaggi : 3090
Data d'iscrizione : 29.02.12
Età : 34

MessaggioTitolo: Re: aiuto consiglio!   Mar 19 Feb 2013, 13:13

Carissima e gentilisssima Dott.ssa,
il nostro desiderio di tenere segreta questa bruttissima sentenza che ci vede con le spalle al muro,viene proprio dal volontà di tutelarci un domani da commenti indesiderati di amici e parenti,che nonostante ci amino tanto,non potranno mai del tutto condividere determinate scelte(mi riferisco alla fecondazione eterologa)in quanto tutti si aspetterebbero che noi adottassimo.
Con questo non voglio dire che una decisione l'abbiam presa ma sicuramente il pensiero di poter essere feriti dalle persone che più amiamo ci fà stare male,nonostante si tratti di una scelta strettamente personale e nostra,che non dovrebbe includere la considerazione di altre persone.
Questo è il consiglio che c'è stato fatto da diversi medici,avere la massima riservatezza,anche come tutela del nostro eventuale futuro bimbo venuto da donazione del seme,sarebbe brutto doverlo difendere da sguardi e pensieri discriminanti.
IO sono la prima che desidero condividere con i miei cari ,i nostri pensieri,paure,ansie ma mi rendo conto che nuocerebbe anche alla riservatezza di mio marito che in primis vorrebbe che rimanessimo nel silenzio.Ovvio i nostri genitori ci sosterrebbero cmq purchè la nostra felicità ritorni,ma lo stesso non sarebbe per persone anche molto vicine.
Per ora ci limitiamo rispondendo che non sappiamo ancora i risulati dell'esame eseguito(non abbiam neppure specificato il tipo di esame)ma per quanto tempo possiamo farlo???
La ringrazio tanto tanto!!! Very Happy
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
chiara.celi
Psicologa


Messaggi : 73
Data d'iscrizione : 29.03.10

MessaggioTitolo: Re: aiuto consiglio!   Sab 09 Mar 2013, 15:38

E' molto difficile in questa situazione per me darle un consiglio sensato: l'unica cosa che mi sento di dire è che si fa maggiore fatica a dire la verità quando questa è ancora troppo dura da accettare e da ammettere anche con se stessi. Le vostre scelte fanno parte di voi e di quello che siete, e gradualmente le persone attorno a voi dovranno semplicemente imparare ad accettarle anche se non le condividono. E' sempre una decisione estremamente personale e complessa quella di parlare o non parlare di una fecondazione eterologa: il mio personale punto di vista è che il poter raccontare la verità alle persone che vi vogliono bene vi aiuterà e vi sosterrà anche nel raccontarla a vostro figlio. Nella relazione con il figlio che speriamo arrivi presto sarà importante che possiate sentire di essere sinceri: i segreti creano sempre una barriera nei rapporti ed in un rapporto così speciale, che rappresenterà per vostro figlio il modello di ogni futuro rapporto, credo sia preferibile la verità, anche se può essere un po' difficile da comprendere e da digerire. Lui saprà così anche quanto intensamente sia stato desiderato, che il modo in cui lui è arrivato da voi è solo uno dei modi possibili, che ne potrete parlare ogni volta che lui ne sentirà il bisogno perché non c'è niente di cui voi o lui dobbiate vergognarvi. Se venisse a scoprirlo in futuro in altro modo temo si sentirebbe profondamente tradito e comunque voi avreste vissuto con questo segreto così importante nel rapporto con lui. Gli sguardi incuriositi degli altri non saranno un particolare problema se lui sentirà di avervi al suo fianco. Dott.ssa Celi
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
matilde77
Sognatrice in erba
Sognatrice in erba


Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 18.03.13

MessaggioTitolo: Re: aiuto consiglio!   Mer 20 Mar 2013, 22:06

chiara.celi ha scritto:
E' molto difficile in questa situazione per me darle un consiglio sensato: l'unica cosa che mi sento di dire è che si fa maggiore fatica a dire la verità quando questa è ancora troppo dura da accettare e da ammettere anche con se stessi. Le vostre scelte fanno parte di voi e di quello che siete, e gradualmente le persone attorno a voi dovranno semplicemente imparare ad accettarle anche se non le condividono. E' sempre una decisione estremamente personale e complessa quella di parlare o non parlare di una fecondazione eterologa: il mio personale punto di vista è che il poter raccontare la verità alle persone che vi vogliono bene vi aiuterà e vi sosterrà anche nel raccontarla a vostro figlio. Nella relazione con il figlio che speriamo arrivi presto sarà importante che possiate sentire di essere sinceri: i segreti creano sempre una barriera nei rapporti ed in un rapporto così speciale, che rappresenterà per vostro figlio il modello di ogni futuro rapporto, credo sia preferibile la verità, anche se può essere un po' difficile da comprendere e da digerire. Lui saprà così anche quanto intensamente sia stato desiderato, che il modo in cui lui è arrivato da voi è solo uno dei modi possibili, che ne potrete parlare ogni volta che lui ne sentirà il bisogno perché non c'è niente di cui voi o lui dobbiate vergognarvi. Se venisse a scoprirlo in futuro in altro modo temo si sentirebbe profondamente tradito e comunque voi avreste vissuto con questo segreto così importante nel rapporto con lui. Gli sguardi incuriositi degli altri non saranno un particolare problema se lui sentirà di avervi al suo fianco. Dott.ssa Celi

Mi permetto di intervenire nella discussione.
Io sono mamma di una bimba avuta grazie ad un'ovodonazione.
Io e mio marito abbiamo deciso di dire la verità solo ai miei genitori. Per me è stato difficilissimo accettare di dover ricorrere agli ovuli di una donna estranea.
La metabolizzazione è cosa recente. Emma ha un anno ma le assicuro che durante la gravidanza ho vissuto incubi ricorrenti e mi sono dannata sul dirlo o non.
I miei suocere sono cattolici praticanti e per loro già la fecondazione assistita è un andare contro Dio e la sua volontà.
Non ne ho parlato neppure alle mie più care amiche. Quando loro, vedendo Emma, dicono somiglia a te o somiglia a Fabio (mio marito) io mi sento morire dentro.
Ma perchè dovrei dire a Emma che è ovodonata e come dirlo? A 4 anni come si può spiegare a una piccolina cos'è la fecondazione eterologa?
Non potrei mai accettare che un giorno questo possa essere motivo di distacco da me. Se volesse conoscere la sua madre biologica non potrebbe mai farlo. La donatrice è anonima.
Dire sempre la verità non è garanzia di serenità.
E' una cosa talmente intima e privata ce le assicuro difficile da condividere con l'amica o collega che rimane incinta dopo un mese che cerca un figlio.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: aiuto consiglio!   

Torna in alto Andare in basso
 
aiuto consiglio!
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Strada per un sogno ONLUS: il Forum :: L'angolo dell'esperto :: La psicologa risponde-
Vai verso: